menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comunali, ancora scontro: maestre in sciopero, Regata Storica "calda"

Faccia a faccia a Ca' Farsetti tra sindacati e subcommissario Tatò. Posizioni lontane. Chiloiro (Cgil): "L'agitazione forse il 23 settembre"

Le posizioni restano distanti. Ma ciò che più conta restano immobili: nessun passo avanti dal faccia a faccia di martedì pomeriggio tra i rappresentanti dei sindacati della pubblica amministrazione e il subcommissario Vito Tatò. Dopo circa un'ora di incontro le parti si sono alzate dalle rispettive sedie con un nulla di fatto sui tagli che potrebbero a breve abbattersi sul mondo della scuola lagunare. E ciò vuol dire solo una cosa: sciopero. Stando anche al mandato che le 384 insegnanti di asilo veneziane, riunitesi in gran parte in assemblea alla Teatro della Bissuola nella mattinata, avevamo conferito ai rappresentanti sindacali. Niente mediazioni. "Con ogni probabilità l'agitazione sarà il 23 settembre - dichiara Sergio Chiloiro, segretario generale Funzione pubblica della Cgil - da ora in poi lavoreremo per organizzarla".

A sentire i sindacati la riunione scattata a Ca' Farsetti verso le 15.30 avrebbe portato a un nulla di fatto: "Nessuna apertura - sottolinea Chiloiro - Abbiamo chiesto se c'era la disponibilità a rivedere le scelte del commissario, ma la risposta è stata negativa. Ci è stato detto che se arriveranno risorse aggiuntive o proposte potranno prendere in considerazone di ridurre i tagli. Altrimenti niente". Il discorso dalle insegnanti si sarebbe allargato all'intero impianto della manovra, cosicché il "rompete le righe" di poche ore fa ha un significato più pesante. Dopo manifestazioni e scioperi, dunque, si torna alla casella di partenza: "Abbiamo incontrato questore e prefetto, che hanno avuto belle parole - ragiona Chiloiro - ma forse stavolta è arrivato il momento di chiedere a Domenico Cuttaia di intervenire come persona terza nella vicenda".

Fatto sta che l'inizio dell'anno scolastico si avvicina, e da Ca' Farsetti rimane l'indicazione di portare il rapporto tra docenti e alunni da uno a cinque circa a uno a otto nella prospettiva di risparmiare risorse per il bilancio di previsione. Una ventina i lavoratori precari che quindi rischiano il posto. Non è escluso dunque che anche la Regata Storica di domenica non possa essere contraddistinta dalle proteste dei lavoratori comunali: "Stiamo ragionando a una manifestazione durante le gare - conclude Chiloiro - per rendere visibile la nostra protesta". All'orizzonte un'assemblea e un presidio. Protesta che tra i corridoi di Ca' Farsetti si è fatta rumorosa quando un gruppo di maestre ha scandito più volte il ritornello: "Giù le mani dai servizi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento