rotate-mobile
Cronaca

Bufera sanità privata, medici in sciopero e manifestazione a Venezia

Mercoledì camici bianchi e dipendenti delle strutture non pubbliche venete saranno davanti a palazzo Ferro-Fini per un sit in contro le ventilate chiusure e gli arretrati non pagati

I temi nazionali si intersecano inevitabilmente con quelli locali. E in merito alla sanità privata veneziana sono molti gli argomenti sul tavolo che preoccupano medici e dipendenti degli istituti lagunari. Specie la possibile chiusura di Villa Salus o del Policlinico San Marco a Mestre in base al nuovo piano di riordino sanitario che potrebbe essere approvato dalla Regione Veneto. A rendere ancora più fosco il panorama ci sono le 74 lettere di licenziamento inviate ai dipendenti del Policlinico, struttura alle prese con problemi finanziari.

La Fp Cgil ha proclamato uno sciopero dei lavoratori della sanità privata delle associazioni Aiop e Aris in tutta Italia. I manifestanti mercoledì mattina raggiungeranno alle 11 Palazzo Ferro-Fini, sede del Consiglio regionale, per un sit in di protesta. "Ribadiremo la centralità del servizio sanitario nazionale e l'universalità del diritto alla salute attraverso la difesa del contratto nazionale di lavoro anche della sanità privata - recita una nota del sindacato - a fronte del tentativo di parcellizzare i contratti ed indebolire i lavoratori sia sul fronte dei diritti che su quello salariale".


In più i camici bianchi che incroceranno le braccia chiederanno il pagamento da parte di Villa Salus degli arretrati contrattuali "per i quali AIOP in questi anni si è sistematicamente sottratta al confronto con le organizzazioni sindacali".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bufera sanità privata, medici in sciopero e manifestazione a Venezia

VeneziaToday è in caricamento