Cronaca

«Serve più personale»: sciopero dei lavoratori Ames e doppia manifestazione

I collaboratori delle scuole e delle mense veneziane hanno protestato mercoledì mattina a Mestre e a Venezia

Si è svolto oggi lo sciopero del personale esecutore scolastico e collaboratore di cucina di Ames, società partecipata del Comune di Venezia. I lavoratori (addetti alla pulizia, sorveglianza e cucine dei nidi e delle materne) hanno manifestato davanti al municipio di Mestre e a Venezia, in campo San Geremia, chiedendo interventi per incrementare l'organico e maggiori sicurezze, specialmente in relazione ai protocolli sanitari anti Covid: «La riapertura degli asili nido e delle scuole dell’infanzia con l’emergenza Covid - spiegano i sindacati - ha evidenziato le criticità legate alla carenza di organico».

Lo slogan utilizzato nella giornata è stato «Una scuola aperta in sicurezza», per proteggere i piccoli utenti e i lavoratori in questo momento di emergenza. L'iniziativa è stata promossa dai sindacati Fp Cgil, Uil Fpl e Csa Ral, che hanno evidenziato come non ci sia stata «nessuna risposta da parte di Ames e da parte del Comune di Venezia dopo l’ultimo confronto congiunto del 26 ottobre scorso». I problemi, secondo i rappresentanti dei lavoratori, derivano proprio dalla complicata gestione delle procedure all'interno delle scuole per garantire lo svolgimento delle attività in sicurezza: «È difficile, con questa insufficienza di organico, provvedere alla sorveglianza, alla misurazione della febbre, alla preparazione dei pasti, alle operazioni di sanificazione e pulizia». Secondo i sindacati la stragrande maggioranza dei 259 lavoratori coinvolti ha aderito allo sciopero.

Solidarietà all'iniziativa è arrivata dalla capogruppo Pd al Consiglio comunale, Monica Sambo, e dal consigliere Giovanni Andrea Martini. «La situazione negli asili nido e nelle scuole dell'infanzia è fuori controllo - commenta Sambo - Purtroppo oggi lo sciopero è stato necessario per richiedere al Comune di garantire un servizio sicuro per i lavoratori e le lavoratrici ma anche per i bambini e per le famiglie». Martini ricorda che «abbiamo più volte sottolineato le difficoltà e i rischi delle lavoratrici e dei lavoratori Ames nelle scuole per loro stessi e per i bambini».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Serve più personale»: sciopero dei lavoratori Ames e doppia manifestazione

VeneziaToday è in caricamento