menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti, i lavoratori del settore alzano il tiro: sciopero di 2 giorni. Possibili disagi a Venezia

Lunedì 11 e martedì 12 luglio le date fissate dai sindacati per la protesta. Veritas consiglia di non esporre fuori i rifiuti nelle due giornate, poiché potrebbero non essere raccolti

I lavori addetti alla raccolta rifiuti alzano il tiro e decidono di scioperare ben due giorni di fila, lunedì 11 e martedì 12 luglio. Dopo ben due scioperi nazionali già messi in atto lo scorso 30 maggio e 15 giugno, nulla è cambiato: il loro contratto è scaduto dal 31 dicembre 2013 e non è ancora stato raggiunto l'accordo per il rinnovo. Così le sigle sindacali Cgil, Fit, Cisl, Uilt e Fiadel hanno annunciato un nuovo stop al servizio.

"La mobilitazione e la partecipazione agli scioperi del 30 maggio e del 15 giugno - spiegano dai sindacati - è stata tanto grande che, ovunque, i lavoratori e le lavoratrici ci hanno chiesto di andare avanti con più forza e determinazione attraverso la 'lotta' ad oltranza fino al raggiungimento dell’obiettivo: migliorare i turni e i pesantissimi carichi di lavoro, migliorare le regole sugli appalti e sui passaggi di gestione, ampliare le garanzie sulla salute e sulla sicurezza, evitare il potere discrezionale sui licenziamenti facili e garantire il giusto salario".

Per una città come Venezia potrebbe trattarsi di un problema piuttosto grosso. Le due giornate di agitazione, infatti, saranno seguite dal weekend, per un totale effettivo di quattro giorni di disagi. A cui va aggiunto l'afflusso di turisti del sabato e della domenica, che come al solito sarà molto coposo, e che genererà, senza dubbio, una gran quantità di rifiuti. Bisognerà capire se si attingerà a lavoratori stagionali come nello sciopero dello scorso 15 giugno, per garantire, comunque, un servizio minimo e non lasciare la laguna sommersa dai rifiuti. La raccolta differenziata, le operazioni cimiteriali non saranno quindi assicurate, e rimarranno chiusi ecocentri, ecomobili e uffici aperti al pubblico. Il consiglio di Veritas alla cittadinanza è quello di non conferire rifiuti nel giorno dello sciopero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Altino, le indagini di Ca' Foscari svelano un porto

  • Cronaca

    Buco nell'asfalto, strada chiusa a Torre di Mosto

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento