rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Tessera / Viale Galileo Galilei, 30/1

Acque agitate in aeroporto, per un mese sciopero degli straordinari

L'Usb ha annunciato una agitazione dei dipendenti di Ata Italia che durerà fino al 15 febbraio. Polemica anche con i rappresentanti Cgil

Continano a essere agitate le acque in aeroporto, specie in fatto di società di handling. Nel tardo pomeriggio di lunedì, infatti, il sindacato Usb ha confermato lo sciopero dello straordinario che secondo il volantino che annuncia la protesta dovrebbe durare fino a sabato 15 febbraio. Nel mirino dell'organizzazione di rappresentanza dei lavoratori le modalità di applicazione della cassa integrazione.

Secondo l'Usb i dipendenti di Ata Italia, una delle società di servizio carico e scarico bagagli, non vedrebbero rispettate le "modalità di rotazione del personale e l'applicazione della clausola sociale nei passaggi delle varie compagnie aeree", attacca il segretario della sigla sindacale Giampietro Antonini. "Ata, che non ha ritenuto di convocarci come richiesto dalla nostra dichiarazione di sciopero del 2 gennaio per cercare una possibile composizione della vertenza prima del 13 gennaio, ci ha comunicato via fax l'8 gennaio che ci convocherà con le altre sigle sindacali per trovare un accordo, oltre alla cassa integrazione straordinaria, finalizzato all'ottimizzazione dell'organizzazione, il miglioramento della produttività, sul costo del lavoro, sul monte ore lavoro straordinario, articolazione e flessibilità dell'orario, sulla turnistica".

Usb entra in rotta di collisione nel volantino della protesta anche con la Cgil accusata di aver "congelato la propria agitazione prevista il 21 gennaio dopo la disponibilità aziendale per un confronto e accordo locale sulla gestione della cassa integrazione e su possibili assunzioni di lavoratori stagionali".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acque agitate in aeroporto, per un mese sciopero degli straordinari

VeneziaToday è in caricamento