TPL

Nuovo sciopero di 24 ore dei trasporti: bus, tram e vaporetti a rischio

È stato indetto per lunedì 6 maggio 2024, potrà aderire anche il personale di Actv. Le informazioni e le corse garantite

Lunedì 6 maggio 2024 è indetto dai sindacati Sgb e Usb uno sciopero nazionale di 24 ore dei lavoratori dei trasporti al quale potrebbe aderire il personale della società Actv: di conseguenza potranno verificarsi cancellazioni e ritardi nei servizi bus, tram e vaporetti. L'azienda di trasporti veneziana ha comunicato le informazioni relative alla giornata, con una serie di corse garantite. Tutte le informazioni sono sul sito di Actv.

Navigazione

Durante lo sciopero saranno garantiti i servizi minimi di navigazione (maggiori dettagli on line nei siti actv.it e avmspa.it e attraverso i canali social istituzionali @muoversivenezia o il call center Dime 041041).

Il servizio di collegamento di nave traghetto (ferry) di linea 17 viene garantito all’interno dei servizi minimi con le seguenti corse: partenze da Lido San Nicolò per Tronchetto alle ore 06:40, 08:20, 10:00, 16:40, 18:20 e 20:00; partenze da Tronchetto per Lido S. Nicolò alle ore 07:30, 09:10, 10:50, 15:50, 17:30 e 19:10. Prenotazione riservata alle sole autovetture (esclusi i mezzi pesanti) di proprietà dei residenti delle isole di Lido e Pellestrina in possesso di Pass Imob. Le corse sono comunque ad accesso libero, salvo il contingente prenotato, per le altre autovetture secondo l’ordine di arrivo. La prenotazione è obbligatoria - anche per la clientela diversamente abile - e va effettuata entro le ore 23:59 di domenica 5 maggio tramite i siti avmspa.it e actv.it o call center Dime 041041.

Nella notte tra il giorno che precede lo sciopero e il giorno di sciopero, ultime corse da Lido S. Nicolò e da Tronchetto alle ore 00:20. Il servizio riprende regolarmente il giorno 7 maggio con le corse delle ore 05:00 da Lido S. Nicolò e da Tronchetto.

Bus e tram

Durante lo sciopero saranno garantiti i servizi tranviari e automobilistici urbani ed extraurbani con le seguenti modalità: dalle ore 06:00 alle ore 08:59 e dalle ore 16:30 alle ore 19:29 (vengono garantite tutte le partenze da capolinea all’interno della fascia oraria); le linee N1 e N2 non saranno garantite nella notte tra il 5 e il 6 maggio.

Le motivazioni

Tra le rivendicazioni avanzate dai sindacati, ci sono un aumento salariale di 300 euro e la riduzione dell’orario di lavoro da 39 a 35 ore settimanali, a parità di salario e riduzione del periodo di guida e del nastro lavorativo per gli autisti; inoltre l'adeguamento delle tutele sulla sicurezza e il blocco delle privatizzazioni e delle relative gare di appalto per il trasporto pubblico locale. Il precedente sciopero proclamato dalle stesse sigle sindacali (24 gennaio 2024) ha registrato un'adesione del 63% nel settore automobilistico e del 60% in quello della navigazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo sciopero di 24 ore dei trasporti: bus, tram e vaporetti a rischio
VeneziaToday è in caricamento