menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Imbarcadero Actv piazzale Roma, foto di archivio

Imbarcadero Actv piazzale Roma, foto di archivio

Venerdì è sciopero dei trasporti del sindacato Sgb

Dalle 12 alle 15. Filt Cgil: «Daremo indicazione ai lavoratori di aderire». Le sigle Ugl e Usb non prendono parte. Uiltrasporti non sembra aderire ma verificherà con gli iscritti. Nessun commento per ora da Fit Cisl, unica ad essersi seduta ai tavoli Actv, Faisa Cisal non aderisce

È sciopero del trasporto pubblico locale veneziano venerdì 23 aprile, come aveva anticipato il sindacato autonomo di base Sgb Venezia guidato da Danilo Scattolin, che aveva proclamato l'astensione per il 12 aprile scorso ma non ha potuto incrociare le braccia come ha precisato il garante perché a quella data non erano trascorsi 20 giorni dallo sciopero del 26 marzo scorso, che ha avuto percentuali di astensione molto elevate fra i lavoratori del gruppo Avm. Tra le organizzazioni sindacali, «daremo indicazione ai lavoratori di aderire», fa sapere la Filt Cgil. Le sigle Ugl e Usb non prenderanno parte. Uiltrasporti non sembra aderire ma verificherà con gli iscritti. Nessun commento per ora da Fit Cisl, mentre Faisa Cisal non aderisce allo sciopero indetto dal sindacato di base.

Lo sciopero, che ha inevitabilmente carattere locale essendo stati disdettati con atto unilaterale aziendale gli accordi normativi vigenti su orari, turni, pause e riposi, il primo aprile scorso, sia sul trasporto navale che automobilistico e tranviario, ha origini nazionali nella protesta contro il mancato rinnovo (fermo al 2017) del contratto collettivo nazionale di lavoro (Ccnl) per il comparto. I settori ferroviario e del trasporto pubblico locale Sgb hanno indetto perciò l'astensione in tutta Italia (mentre le altre sigle ne hanno proclamato un altro per la vertenza del mancato rinnovo generale ma per il primo di giugno).

Il gruppo Avm Actv ha informato che lo sciopero a Venezia è dalle 12 alle 15 del 23 aprile e potrà interessare anche i servizi Vela, azienda della holding Avm. Non è garantita la percorrenza di mezzi di navigazione, tranviari e automobilistici urbani ed extraurbani, il servizio People mover Tronchetto-Marittima-piazzale Roma, le biglietterie Venezia Unica, gli uffici Avm aperti al pubblico (sosta e ztl auto di Mestre) e i parcheggi (Autorimessa di piazzale Roma, Park Sant’Andrea, Park Candiani e Park Costa) che potranno subire irregolarità. Per il servizio di trasporto pubblico di navigazione non sono previsti i servizi minimi (come da normativa per scioperi inferiori alle 4 ore).

Le fasce orarie di proclamazione dello sciopero si riferiscono al rientro e all’uscita dei mezzi dai depositi, quindi la regolarità del servizio potrà essere garantita solo con riferimento alle ultime e alle prime corse (che saranno pubblicate online sul sito www.actv.it e www.avmspa.it nei prossimi giorni). L'stensione riguarda anche le corse aggiuntive di supporto al servizio di linea per gli istituti secondari superiori che dunque potranno non essere garantite in uscita dagli istituti. Per informazioni sono disponibili i canali social istituzionali @muoversivenezia e il call center Dime 041 041. L'ultimo sciopero con le stesse motivazioni di 3 ore proclamato dalla sigla sindacale Sgb il 14 giugno 2016, a seguito della disdetta unilaterale di tutti gli accordi di secondo livello, ha totalizzato nel settore automobilistico e tranviario il 27,3% di adesioni e il 22,0% nel settore navigazione.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lo show "4 Hotel" dello chef Bruno Barbieri parte da Venezia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento