Sciopero dei treni venerdì 14 marzo, regionali fermi per otto ore

Dalle 9 alle 17 la normale circolazione dei convogli non sarà garantita: il personale di bordo e manutenzione incrocerà le braccia con Orsa

Treni di nuovo fermi anche in provincia di Venezia: venerdì 14 marzo, infatti, il personale ferroviario di varie categorie incrocerà le braccia per otto ore, scioperando per far sentire ancora una volta le sue ragioni.

ORARI E TEMPI – La protesta, indetta dal sindacato Orsa e da altri gruppi sindacali autonomi, inizierà alle 9 del mattino e proseguirà fino alle 17. Dato che l'agitazione riguarderà sia il personale di manutenzione che quello addetto alla circolazione dei treni (aderiscono Trenitalia, Rfi, Ntv e Trenord), non sarà possibile garantire la normale alternanza dei convogli. Come sempre in questi casi lo sciopero riguarderà anche i treni il cui percorso rientrerebbe “per metà” nell'orario ed è quindi consigliato informarsi con precisione e, in ogni caso, armarsi di una buona dose di pazienza. Per quanto riguarda invece il settore Cargo la protesta dovrebbe durare solo dalle 11 alle 15.

FRECCE - Circoleranno regolarmente le Frecce di Trenitalia in occasione dello sciopero. Anche per gli altri treni nazionali non sono previste particolari ripercussioni. Per quanto riguarda i treni regionali, saranno garantiti i servizi essenziali assicurati per legge nelle fasce orarie più frequentate dai viaggiatori pendolari nei giorni feriali (6.00-9.00 e 18.00-21.00).

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Epilessia: anche nel distretto di Mirano-Dolo c’è una risposta a questa malattia neurologica

  • Auto esce di strada e finisce contro un platano, morta una 38enne

  • Controlli a tappeto nel Veneziano, quattro arresti

  • Apre il nuovo supermercato Aldi di Mestre

  • Fermato con la cocaina, in casa un arsenale di armi e esplosivo al plastico

  • Volo dell’Angelo 2020, Venezia è pronta

Torna su
VeneziaToday è in caricamento