Uno sciopero dei treni in arrivo, possibili ritardi e cancellazioni

Coinvolge il personale ferroviario dalle 21 di giovedì 26 novembre alle 18 di venerdì 27 novembre. Treni garantiti nelle fasce orarie di punta

Agitazioni nelle ferrovie, disagi in vista: il gruppo Ferrovie dello Stato Italiane comunica che i sindacati Cat Esecutivo Nazionale, Cub Trasporti e USB Lavoro Privato hanno proclamato uno sciopero nazionale del personale ferroviario dalle 21 di giovedì 26 alle 18 di venerdì 27 novembre. L'iniziativa coinvolge naturalmente anche i convogli in provincia di Venezia, con conseguenti possibili ritardi e cancellazioni.

LE MOTIVAZIONI DELLA PROTESTA - Il Consiglio dei Ministri, si legge in una nota ufficiale USB, ha dato il via libera alla svendita del 40% del gruppo FS, e le rassicurazioni elargite dal ministro Graziano Delrio sul fatto che la maggioranza rimarrà nelle mani del governo non convince del tutto i sindacati. E il timore più grosso è la definitiva privatizzazione, che porterebbe alla liberalizzazione del settore dei trasporti su rotaia, con treni di qualsiasi nazionalità che potrebbero circolare sul suolo italiano. L'USB rammenta che "le privatizzazioni e liberalizzazioni nel trasporto aereo hanno portato alla perdita di 1 posto di lavoro ogni 5 occupati, nessun obbligo sociale di riassunzioni per le nuove società, ammortizzazioni a carico della collettività e precarizzazione selvaggia. Sono state inoltre regalate fette del nostro mercato - si legge in nota - ad aziende senza scrupoli, che per anni non hanno pagato nemmeno i contributi ai propri lavoratori impiegati in Italia. Infine, la breve e penosa stagione dei cavalieri della Cai si è conclusa con un debito maggiore di quanto fatto da Alitalia pubblica in 60 anni di storia".

È possibile consultare le modifiche al programma di circolazione dei treni a lunga percorrenza a questo link. Trenitalia comunica che Le Frecce circoleranno regolarmente, mentre per i treni regionali potranno verificarsi cancellazioni o variazioni: per questi ultimi non esiste un programma di circolazione. Per i treni regionali sono garantiti i servizi minimi del trasporto locale nelle fasce orarie di maggiore frequentazione (dalle ore 06.00 alle ore 09.00 e dalle ore 18.00 alle ore 21.00 dei giorni feriali). Nella sezione Treni Regionali del sito delle Ferrovie dello Stato, regione per regione, è possibile trovare l’elenco dei treni regionali garantiti nelle fasce orarie indicate. Tuttavia, Trenitalia si adopererà per offrire, anche al di fuori di quella fascia, un adeguato livello di corse ferroviarie regionali. Il tutto, si legge in una nota ufficiale, nel pieno rispetto dei diritti del personale, utilizzando quello non aderente alla protesta.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, crollo a Ca' Pesaro

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Ciclista travolto e ucciso da un'auto

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

Torna su
VeneziaToday è in caricamento