Sciopero Actv per la sicurezza e il ritorno alla gestione pubblica del servizio

Proclamato il 25 novembre dall'Unione Sindacale di Base (Usb). Tre ore, dalle 10 alle 13. Potrà interessare il personale dei servizi di navigazione, automobilistici e tranviari

Actv sciopero, archivio

L'Unione Sindacale di Base (Usb) ha proclamato uno sciopero nazionale di tre ore per il 25 novembre, dalle 10 alle 13, che può interessare il personale Actv dei servizi di navigazione, automobilistici e tranviari. Le corse si interromperanno prima dell’inizio dell'astensione e riprenderanno dopo l’orario indicato, per il tempo necessario a raggiungere i capilinea di partenza.

Per il servizio di navigazione non è prevista la circolazione dei servizi minimi di collegamento all’interno della laguna di Venezia, perché lo sciopero dura meno di 4 ore. La funicolare terrestre People Mover sarà regolarmente operativa. Il personale incrocia le braccia, «per rivendicare provvedimenti a tutela della salute e della sicurezza di lavoratori e degli utenti, in previsione delle riaperture di attività e scuole».

Per il sindacato, «nessuna misura è stata adottata dal governo a sostegno dei lavoratori del trasporto pubblico locale, che ha provveduto invece, con i decreti Cura Italia (finanziamento del 100% dei corrispettivi), e Rilancio (500 milioni a copertura dei mancati introiti) a supportare le aziende. Questo - afferma l'Usb - rende ingiustificabile il ricorso al fondo bilaterale di Solidarietà e sottrae risorse a garanzia dei livelli occupazionali». Il sindacato chiede infine il ritorno alla gestione pubblica del servizio pubblico, togliendolo alle aziende che «mirano a pubblicizzare le perdite e privatizzare i profitti».

Ecco le ultime corse garantite prima dell’inizio dello sciopero e le corse con cui riprenderà il servizio in modo regolare:

AVVISO_SCIOPERO_ITALIANO_DIME

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • 60enne si allontana da casa e scompare, trovato senza vita

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento