menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I rifiuti restano tra le calli, i dipendenti Veritas scioperano: presidio a Ca' Farsetti

Mercoledì braccia incrociate su iniziativa dei sindacati, è il secondo sciopero in due settimane. "Contratto scaduto da 28 mesi, vogliamo lavorare in modo dignitoso"

A Venezia è di nuovo mobilitazione tra i lavoratori del comparto dell’igiene ambientale: è il secondo giorno di sciopero in due settimane, dopo quello del 30 maggio scorso che ha visto l'adesione della quasi totalità dei dipendenti di Veritas. I sindacati ribadiscono le ragioni dell'iniziativa: "Da 28 mesi i lavoratori attendono il rinnovo del contratto collettivo nazionale e, loro malgrado e consapevoli dei disagi che creano alla città di Venezia e in tutta la provincia, sono decisi a non fermarsi di fronte silenzio irresponsabile delle associazione datoriali di settore, Utilitalia e Assoambiente".

"Ringraziamo il presidente dell’Anci, Fassino - continuano - per la grande disponibilità messa in campo ma, com’è noto, il tentativo di mediazione tra i sindacati e associazioni datoriali non è andato a buon fine a causa dell’intransigenza di Utilitalia, così come la trattativa successiva con Assoambiente. Le imprese private non hanno compreso i rischi che stiamo vivendo come settore e le crescenti difficoltà che il nostro lavoro sta subendo".

Quindi l'appello al Comune di Venezia, culminato con un presidio alle 9.30 davanti a Ca' Farsetti: "Al sindaco di Venezia chiediamo che si faccia parte attiva in questa vertenza, prendendo posizione, sollecitando le associazioni di settore a riprendere le trattative". Fp-Cgil, Fit-Cisl, Uilt e Fiadel chiedono: regole sugli appalti e sui passaggi di gestione; non un lavoro precario, ma un lavoro dignitoso; garanzie sulla salute e sulla sicurezza; un giusto adeguamento economico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento