"Turni massacranti e niente garanzie", gli addetti alla vigilanza proclamano sciopero

Il 4 maggio astensione dal lavoro di ventiquattro ore per le guardie giurate della provincia: a rischio la copertura di porto, petrolchimico, ospedali ed enti pubblici

Turni sempre più lunghi (per un totale di 45 ore a settimana), lavoro a chiamata, niente garanzie e niente aumenti. Sono le motivazioni che hanno indotto la Filcams Cgil, la Fisascat Cisl e la Uiltucs, insieme a tutti gli Rsu/Rsa provinciali, ad aderire allo sciopero nazionale della vigilanza privata in programma venerdì 4 maggio.

Manifestazione

I rappresentanti dei lavoratori, infatti, giudicano "inaccettabili le richieste effettuate dalle associazioni datoriali durante l'ultimo incontro avvenuto a Roma". Una manifestazione nella capitale è stata organizzata per lo stesso giorno e vede la mobilitazione di numerosi lavoratori in marcia con bandiere e striscioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Servizi sguarniti

I sindacati informano che in tutti i luoghi di lavoro "non saranno garantiti i servizi di vigilanza privata per 24 ore. Le guardie giurate lasceranno sguarniti, oltre alle zone stradali notturne e diurne, i furgoni porta valori e tutti i posti fissi come porto, petrolchimico, sede della Regione, ospedali". Unica eccezione, nel rispetto della legge 146, riguarda il personale della sicurezza aeroportuale, che sciopererà per le prime 4 ore di ogni turno (quelli in servizio in una postazione esterna). Il personale dei varchi di accesso passeggeri, invece, parteciperà all'astensione dal lavoro il giorno 8 maggio dalle 13 alle 17.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Cav: due anni di canone Telepass gratuito per i residenti di Venezia, Treviso e Padova

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 10 gennaio 2021, le previsioni segno per segno

Torna su
VeneziaToday è in caricamento