rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Marcon

Scivola al Carrefour, si rompe una gamba: riceverà 300mila euro

L'episodio è avvenuto nel 1995, tra i banchi della frutta dell'ipermercato di Marcon, e dopo quasi vent'anni è arrivata la decisione del giudice

Ci sono voluti quasi vent'anni di tempo, ma finalmente il risarcimento è arrivato e, grazie agli interessi, è davvero sostanzioso: 300mila euro perché, come riporta la Nuova Venezia, era scivolata sul pavimento dell’ipermercato Carrefour, rompendosi una gamba; così una 50enne che nel 1995 era rimasta vittima di una pozza d'acqua non segnalata tra gli scaffali del centro commerciale di Marcon è riuscita a “sconfiggere” in sede legale gli avvocati del colosso francese.

CADUTA ROVINOSA – Era il 30 ottobre di 19 anni fa quando la donna, mentre faceva spese con la figlia, si era avvicinata al totem dei guanti e sacchetti di nylon nel reparto ortofrutta ed aveva finito per scivolare a terra a causa di una larga chiazza d'acqua trasudata dai vegetali esposti e non indicata con l'apposito cartello di pavimento bagnato. Finendo contro il pavimento la signora si era fratturata il femore sinistro, dovendo sottoporsi poi a due interventi chirurgici per risistemare l'arto e restando invalida al 28%. La donna lavorava nel bar di famiglia con il marito e per lungo tempo si è ritrovata impossibilitata a montare dietro il bancone, anche questo è stato uno dei motivi del cospicuo risarcimento deciso in aula: 200mila euro, di cui 188 di danno non patrimoniale e 7.500 di danno patrimoniale, più altri 100mila euro di interessi, visto che ormai sono passati quasi due decenni. Inutile la difesa della società, che sosteneva come, grazie alla forte illuminazione dell'ipermercato, la pozzanghera fosse chiaramente visibile: l'acqua è trasparente, ha rimarcato il giudice, serve il cartello.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scivola al Carrefour, si rompe una gamba: riceverà 300mila euro

VeneziaToday è in caricamento