rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Teglio Veneto

Prende il treno e scompare nel nulla: mistero lungo 6 mesi per un militare dell'esercito

Roberto Soperga, militare pugliese 38enne residente a Teglio Veneto, doveva andare a prendere i genitori all'aeroporto di Treviso. Di lui si sono perse le tracce: ha preso un treno

Originario di Corato, in Puglia, ma residente a Teglio Veneto. Da 6 lunghi mesi non si hanno più notizie di Roberto Soperga, militare 38enne che fino al 7 ottobre scorso era in servizio al presidio di Venezia. In quella data, come spiegato dai parenti anche alla trasmissione Chi l'ha visto?, lo scomparso avrebbe dovuto andare a prendere i genitori all'aeroporto di Treviso. Di lui, però, nemmeno l'ombra.

A raccontare l'accaduto in tv è stato il padre: "Siamo arrivati al Canova - ha dichiarato in diretta tv - Ma lui non era presente. Mi sono subito preoccupato. Il suo cellulare era spento". Dopo 6 mesi, ancora i famigliari non avrebbero ricevuto notizie di lui. "Due giorni dopo siamo stati convocati dal comandante della caserma - ha continuato il padre - ci ha mostrato un filmato in cui si vede Roberto con un piccolo trolley che saliva a bordo di un treno diretto a Nizza".

A giudicare dalle immagini, dunque, sembrerebbe trattarsi di un allontanamento volontario. Per chissà quale ragione. I parenti si chiedono il motivo di questo suo comportamento e sperano comunque che stia bene. Nel momento in cui è stato immortalato dalle telecamere della stazione di Mestre indossava un giubbotto verde, una felpa con cappuccio grigia e jeans chiari. Erano le 5.30: stava acquistando il biglietto ferroviario per Nizza a una emettitrice automatica, dopodiché l'inizio del viaggio verso la stazione di Milano. L'ultimo contatto che i genitori hanno avuto con lui è stato un sms il giorno precedente al loro arrivo al Canova di Treviso. Il militare potrebbe finire nei guai per diserzione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prende il treno e scompare nel nulla: mistero lungo 6 mesi per un militare dell'esercito

VeneziaToday è in caricamento