menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Nuova delibera per riorganizzare la Locale: più uffici e meno agenti per strada"

E' l'accusa del segretario della Fp Cgil, Daniele Giordano, nei confronti di una delibera approvata dalla giunta: "Rinominati e istituiti l’ufficio turni e il Gabinetto del comandante"

Mentre continua il botta e risposta via Twitter tra il sindaco Luigi Brugnaro e il segretario della Fp Cgil Venezia, Daniele Giordano (sono due giorni che si punzecchiano, tra gli ultimi messaggini un "@LuigiBrugnaro: sulla sua idea di come premiare il merito sta indagando la @CorteContiPress. È bene ricordarlo" e la controrisposta: "Invece su @FpCgilVenezia e su @giordano_dan indagherà la Storia per quanto male avete fatto al @comunevenezia. I cittadini lo sanno già"), nel mirino dei sindacati finisce una delibera di riorganizzazione della polizia locale di Venezia approvata dalla giunta nei giorni scorsi.

"PIU' UFFICI E MENO AGENTI IN STRADA"

"Dopo il fallimento delle assunzioni in formazione lavoro, dopo la barzelletta degli stagionali che vengono assunti a metà stagione e sono un terzo del previsto (l'inizio proprio oggi per 29 nuovi agenti, ndr), il sindaco modifica gli uffici e i responsabili della polizia municipale alla faccia dello slogan 'più gente in strada' - attacca Giordano - Con la recente delibera non viene data nessuna risposta per migliorare i servizi, ma rinominati e istituiti l’ufficio turni oppure il Gabinetto del comandante. Sicuramente passaggi fondamentali di riorganizzazione di cui tutti i cittadini, visto che sono loro a pagare, sentivano il bisogno".

LE PARTI RIMANGONO LONTANE

Sullo sfondo lo scontro, che a giudicare dai toni sui social sarà difficile sopire, tra la maggioranza dei rappresentanti dei dipendenti comunali e l'amministrazione, sia sul rinnovo del contratto decentrato, sia sulla riorganizzazione dei servizi: "Purtroppo questa amministrazione non vuole accettare che il sindacato se lo scelgono i lavoratori e, nonostante Brugnaro abbia scelto lui il sindacato che doveva rappresentare i lavoratori, gli è andata male visto che è stato sonoramente bocciato al referendum", conclude Giordano, intendendo la consultazione tra i dipendenti di Ca' Farsetti che per la stragrande maggioranza ha bocciato il contratto decentrato siglato dalla sola Cisl.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento