menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scoperti con 90 litri di gasolio rubato provano a corrompere i carabinieri

Due bulgari sono stati fermati nella notte a Martellago. Nel cassone posteriore del furgone erano pieni di carburante appena trafugato da un cantiere edile

Fermati con 90 litri di gasolio appena rubati in un cantiere edile. È accaduto nella notte tra venerdì e sabato, quando a Martellago i carabinieri hanno intercettato sulla via Castellana un furgone sospetto con targa bulgara.

Il mezzo stava procedendo in pieno centro con direzione da Mestre verso Scorzé, quando, incrociata la pattuglia dei carabinieri, improvvisamente ha deviato la propria marcia. Le forze dell'ordine, insospettite dal gesto, hanno raggiunto il furgone sottoponendo i conducenti al classico controllo di patente e libretto.

I due bulgari però sembravano nervosi, perciò i carabinieri hanno chiesto d'aprire il cassone posteriore. Qui la sorpresa: tre taniche colme di gasolio, piccoli tubi e imbuti e due paia di scarpe sporche di fango ancora colante, mentre i due occupanti erano in infradito. Tutto materiale che poco prima era stato rubato in un cantiere edile. Come se non bastasse, durante il controllo, uno dei fermati ha avvicinato un carabiniere offrendogli delle banconote di grosso taglio in valuta di franchi svizzeri. Per S.L. e T.T., rispettivamente 39enne e 37enne, è scattato l'arresto con l'accusa di furto aggravato in concorso, ma anche d’istigazione alla corruzione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento