menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffe, disservizi e bollette da capogiro in aumento: nasce lo "scudo legale" di Codacons

L'iniziativa dell'associazione prevede una copertura assicurativa della durata di un anno, nel caso in cui i consumatori dovessero sostenere delle spese legali, in ambito civile e penale

È un susseguirsi di truffe, raggiri e disservizi. Bollette troppo care, prodotti difettosi e multe illegittime, che trasformano la vita di tutti i giorni un incubo. Lo sanno bene anche i consumatori del Veneto, che da oggi potranno però contare su un alleato in più: il Codacons, infatti, ha lanciato lo "scudo legale". Chi si iscriverà all’associazione avrà diritto non solo alle consulenze e ai servizi offerti dall’organizzazione, ma anche ad una polizza emessa da una compagnia assicurativa relativa alla copertura delle spese legali. Un vero e proprio scudo contro le ingiustizie per affrontare con serenità i piccoli e grandi problemi di tutti i giorni.

Copertura per difese civili e penali

La copertura, senza alcuna franchigia né numero massimo di sinistri, riguarda le spese legali eventualmente da sostenere per azioni e difese civili, difese penali, controversie relative alla proprietà/locazione di immobili e questioni insorte con compagnie assicurative. La polizza copre eventi che si sono verificati, o devono essere affrontati, in Italia e in tutta l’Unione Europea.

"Non bisogna ingoiare il rospo"

"Invitiamo i consumatori del Veneto a 'non ingoiare il rospo', come recita il nostro motto, e a combattere truffe, raggiri e disservizi, senza più il timore di dover affrontare ingenti costi legali - afferma il Codacons - Per veder tutelati i propri diritti basta oggi dotarsi dello 'Scudo legale' e si otterrà una protezione totale che copre i più disparati ambiti della vita quotidiana".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento