menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Iuav, nasce la nuova scuola di restauro: attiva dall'anno prossimo, sarà aperta a 25 laureati

È stata approvata in Senato e Consiglio di Amministrazione, e sarà attiva dall'anno accademico 2017/2018. Avrà connotazione internazionale. "Risultato importante per Iuav"

Che la città dove venne formulata la Carta di Venezia del Restauro non avesse una sua scuola di specializzazione in questo settore era indubbiamente un’anomalia. Iuav colma oggi questa lacuna con l’approvazione in Senato e in Consiglio di Amministrazione dell’attivazione di un percorso didattico, approvato dal MIBACT, operante a partire dal prossimo anno accademico.

La scuola è rivolta ai laureati magistrali in Architettura, Archeologia, Conservazione, Storia dell'arte e Ingegneria Civile e sarà aperta a 25 frequentanti che nell’arco di due anni riceveranno una formazione che andrà dal restauro dei beni architettonici in tutte le sue implicazioni: chimiche, strutturali, storiche, all’intervento conservativo sui materiali, sul paesaggio e sulle città, dall’Heritage, ai temi più attuali del riuso e del restauro del Moderno.

La sua connotazione sarà fortemente internazionale e svilupperà tutte le tematiche inerenti il rapporto tra il vecchio e il nuovo: dall’ambito urbano e paesaggistico a quello del singolo edificio, anche tramite il coinvolgimento dei maggiori progettisti che, in ogni nazione, operano in questo settore. Tra le opportunità che potrà mettere a disposizione degli specializzandi, oltre alla possibilità di frequentare a Venezia alcuni dei più importanti cantieri di restauro al mondo, vi sarà anche quella di avvalersi dei laboratori Iuav specializzati nell’analisi della pietra e dei materiali antichi (Lama-Labcomac), delle analisi strutturali e antisismiche (Labsco) e delle questioni impiantistiche (Fistec).

L’apertura della Scuola, inoltre, si colloca all’interno di un vasto piano di costituzione, a Venezia, di un centro diffuso sulla conservazione e il restauro nei suoi vari aspetti a cui Iuav e Ca’ Foscari stanno lavorando. "Dotare Iuav e Venezia di una scuola di specializzazione in Restauro - ha commentato il rettore Alberto Ferlenga - è un risultato importante per la nostra Scuola che in questi giorni si conferma, nelle valutazioni della ricerca, al vertice delle Università italiane in cui si insegna Architettura. Lo è tanto più se pensiamo che Iuav è stato protagonista progettuale di alcuni dei più importanti processi di ricostruzione italiani, dal Vajont al Friuli, proprio in forza di una specifica competenza maturata nella gestione delle azioni legate al rapporto tra vecchio e nuovo, nelle varie forme del Restauro, della Ricostruzione, della Conservazione, sia a livello urbano che dei singoli edifici".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento