menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Via Oberdan, a Mira, sede della scuola Ugo Foscolo

Via Oberdan, a Mira, sede della scuola Ugo Foscolo

I lavori nella scuola di Mira Taglio li fanno i genitori, bastano i permessi

Un'assemblea cittadina davanti al sindaco Maniero per chiedere al Comune i materiali e le autorizzazioni per procedere con gli interventi necessari

Per rimettere in sesto la scuola elementare di Mira Taglio sono gli stessi genitori degli alunni a scendere in prima linea e a dirsi disponibili a mettere mano a pennelli e attrezzi, a patto che sia il Comune conceda le autorizzazioni e i materiali necessari. Queste, stando a quanto riporta la Nuova Venezia, le conclusioni dell'assemblea cittadina tenutasi nei giorni scorsi per decidere come procedere per i lavori alla Ugo Foscolo. Presenti anche il sindaco Alvise Maniero, l'assessore ai Lavori pubblici Luciano Claut e alla Pubblica istruzione, Orietta Vanin, che hanno promesso di fare il possibile per andare incontro alle richieste.

IMPEGNO COSTANTE – I genitori dei 366 bambini della primaria di Taglio, organizzati in comitati, in realtà organizzano già da tempo feste e iniziative varie per racimolare i fondi necessari agli interventi ma, come ripetuto dai loro rappresentanti in assemblea, senza le conferme della burocrazia comunale e le materie prime, non possono fare molto. Eppure la scuola avrebbe bisogno di molto più di una semplice mano di vernice (comunque necessaria, visto lo stato delle pareti): infiltrazioni nei soffitti, grate di ventilazione a rischio, camini pericolanti sono solo alcuni dei problemi evidenziati davanti agli occhi del sindaco dai tanti cittadini preoccupati. Fondamentale poi evitare che il personale scolastico di pulizia venga ridotto, e a tal proposito i comitati cittadini hanno già inviato una lettera al ministro Carrozza.

LE RAGIONI DEL COMUNE – Davanti alle richieste dei genitori il primo cittadino non ha potuto fare altro che sottolineare le classiche lentezze della burocrazia, ma ha anche registrato la segnalazione di uno dei cittadini che rendeva nota la possibilità di avere finanziamenti regionali per le manutenzioni. Gli assessori presenti hanno invece garantito all'assemblea i finanziamenti per i progetti nelle scuole, proprio come nel 2012, e hanno anticipato come nelle prossime settimane sarà finalmente possibile la firma dei genitori sulla convenzione per la manutenzione. Sono poi state illustrate le ragioni del Comune nel sospendere il progetto da 800mila euro per la scuola di Oriago, soldi che andranno così divisi per altre due strutture. Per Maniero, comunque, resta importante la solidarietà e la collaborazione di tutti, ma si tratta di una sottolineatura quasi superflua: i genitori hanno già le maniche rimboccate e i pennelli in mano. Manca solo la vernice.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento