Genitori contro il ministero, la battaglia per le scuole arriva al Tar

La pulizia e i servizi degli istituti veneziani ancora nell'elenco dei problemi da risolvere, ma le famiglie ora hanno deciso di passare alle vie legali

Chi pensava che la battaglia per le scuole della provincia si fosse conclusa dopo un furioso gennaio vissuto tra proteste e giustificazioni farebbe bene a ricredersi: la guerra per la pulizia di aule, mense e corridoi è infatti appena agli albori e, come riporta il Gazzettino, ora l'iniziativa passa ai genitori scontenti, che nel corso della settimana scorsa hanno firmato la procura per inviare le istanze a Miur e dirigenti scolastici, per poter poi trascinare tutti di fronte al Tribunale amministrativo regionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

APPALTI PROBLEMATICI – A mobilitarsi in blocco sono stati madri e padri dei ragazzini degli istituti comprensivi di Chirignago, Mira 1 e Mira 2, ma anche a Spinea 2 la procedura è già stata avviata e per Marcon e Spinea 1 basterà aspettare qualche giorno. Ad affilare le armi sono soprattutto le famiglie delle scuole maggiormente colpite dai disservizi di gennaio, quando il cambio di appalto per la pulizia degli istituti coincise con un drastico taglio dei finanziamenti concessi dal governo e, di conseguenza, con la riduzione dei servizi garantiti dalla Manutencoop, la nuova ditta incaricata. Le proteste e le urla avevano portato a soluzioni provvisorie un po' dovunque, almeno per arrivare fino alla fine dell'anno scolastico, tra spiccioli raggranellati a Roma e genitori armati di scope e pennelli per dare una mano. Ora, dopo gli esami e le pagelle, il problema torna prepotente in primo piano, con mamme e papà pronti a portare lo scontro sul palcoscenico del Tar: il Miur ha tempo sessanta giorni per rispondere all'istanza garantendo gli stessi servizi offerti fino al dicembre 2013, in caso contrario spetterà al giudice prendere la parola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia: «Vicenda di Jesolo inconcepibile, certe aggregazioni sono un danno sanitario»

  • Noale in lutto, è morto a 29 anni il consigliere comunale Damiano Caravello

  • Noto albergatore di Jesolo muore in un incidente stradale

  • Rapina una 15enne, la minaccia con delle forbici e la molesta sessualmente: denunciato

  • 17enne insegue i rapinatori e li fa arrestare

  • Coronavirus, nuovi positivi in provincia di Venezia. Ricoveri stabili a 8

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento