rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Mestre Centro

"Venezia e il Nordest Capitale europea della cultura 2019" hanno ora una casa

Prosegue la corsa per la conquista dell'ambito riconoscimento, che vede uniti enti locali ed istituzioni del Triveneto. I nuovi uffici sono a Villa Settembrini a Mestre

“Città di Venezia Capitale Europea della Cultura 2019” ha ora una casa. La Regione del Veneto ha messo a disposizione Villa Settembrini, a Mestre (Venezia), come sede operativa della candidatura di Venezia e del Nordest a capitale europea della cultura 2019. L’insediamento è avvenuto oggi in occasione della riunione del Comitato Fondatore della candidatura, costituito dal Comune di Venezia presente con il sindaco Giorgio Orsoni e presidente del comitato, dalla Regione del Veneto con il vicepresidente e assessore alla cultura Marino Zorzato, dalla Provincia autonoma di Bolzano con il vicepresidente Christian Tommasini, dalla Provincia autonoma di Trento con l’assessore Franco Panizza, dalla Provincia di Venezia con l’assessore Raffaele Speranzon mentre la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia era rappresentata da dirigenti.

Orsoni ha ringraziato Zorzato per la disponibilità della sede che viene ad assumere anche un forte valore simbolico, in quanto segno del coinvolgimento di tutto un territorio nell’impegno a sostenere questa candidatura, fortemente voluta. Un impegno che sarà sempre maggiore e si concretizzerà anche in riunioni mensili del comitato. La prossima è stata fissata per il 30 agosto. Anche Zorzato ha posto l’accento sul significato simbolico di questa scelta logistica che guarda ad un territorio vasto con 7 milioni di abitanti. Sarà inoltre a costo zero, in ossequio al clima di sobrietà che deve improntare le pubbliche amministrazioni, e favorirà con la sua collocazione in terraferma i ritmi di lavoro più intensi che il comitato si è dato. “E’ un’accelerazione politica – ha detto Zorzato – che arriva al momento giusto per un progetto che è diverso dagli altri e per la cui realizzazione è richiesto anche un cambiamento nella filosofia dei rapporti tra istituzioni”. Per la prossima riunione è prevista l’introduzione di alcune modifiche statutarie.


Villa Settembrini è un complesso architettonico di fine ‘800, che si trova in centro a Mestre, donato alla Regione del Veneto da Arnaldo Settembrini nel 1980. Attualmente è sede del Centro Regionale di Cultura intitolato a Paola di Rosa Settembrini, che comprende la Segreteria del Premio letterario Settembrini-Mestre; uno spazio multimediale per incontri, dibattiti, seminari; la Mediateca Regionale; la Fototeca Regionale; una Biblioteca specializzata in storia locale e del territorio veneto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Venezia e il Nordest Capitale europea della cultura 2019" hanno ora una casa

VeneziaToday è in caricamento