menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al pronto soccorso di Chioggia si pensa a tutto: arrivano anche le sedie per obesi

Possono sopportare un peso anche di 325 chili, essendo in acciaio inox. Si tratta di una novità non così scontata negli ospedali. Si aggiungono agli altri 50 posti a sedere

Sono le piccole attenzioni a rendere un servizio migliore. L'Ulss 14 incrementa il livello del servizio di accoglienza al pronto soccorso dell'ospedale di Chioggia, posizionando alcune sedie bariatriche. Si tratta cioè di postazioni per persone obese, in acciaio inox, stabili e robuste, capaci di reggere fino a 325 chilogrammi di carico. "Purtroppo è capitato di leggere che, in alcune strutture in Italia, i pazienti obesi non potessero neanche effettuare degli esami importanti perché i macchinari non erano adatti a loro", dichiara in una nota l'azienda sanitaria.

L'Ulss 14 ha quindi pensato che fosse giusto integrare l’accoglienza del pronto soccorso che è il servizio in assoluto più utilizzato dell’ospedale. Le sedie bariatriche si aggiungono ai già presenti 50 posti della sala d’attesa del pronto soccorso. L’accoglienza è completata da un erogatore gratuito di acqua potabile, da un distributore di snack e soprattutto dal servizio di hostess al bancone (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18, il sabato dalle 9 alle 12). Le pareti della sala d’attesa sono ingentilite da quadri e fotografie. Spicca la foto "Zeus Faber", donata dal fondatore e responsabile dell’associazione Tegnue di Chioggia Piero Mescalchin, e la galleria di immagini che documenta il prima e il dopo dei lavori di restauro dei alcuni servizi dell'ospedale.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento