menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ladri traditi dalla tecnologia: scoperti grazie all'upload dei selfie fatti col cellulare rubato

Una coppia di Mira raggiunta dai carabinieri di Mirano. Ad accorgersi delle foto è stato il legittimo proprietario dello smartphone. Dopodiché trovarli è stato facile

I carabinieri della stazione di Mirano hanno rintracciato e denunciato in stato di libertà una coppia di italiani, C.D., 39 anni e H.E., di tre anni più giovane. Entrambi pluripregiudicati e residenti a Mira, devono rispondere del reato di ricettazione. Oggetto dei desideri dei due era uno smartphone di ultima generazione rubato a settembre scorso. Il legittimo proprietario, però, non aveva mai smesso di seguire le sorti del dispositivo grazie al servizio di salvataggio automatico dei contenuti del telefono sul server cloud online.

Sorpresi con il telefono rubato

Così ha notato che i nuovi possessori lo utilizzavano con assiduità per scattarsi selfie, foto che puntualmente andavano in upload automatico tramite l'account del proprietario. A quel punto il derubato ha segnalato la cosa ai carabinieri, mettendoli sulla pista giusta: le indagini hanno portato ad individuare l’utente del terminale associato al nuovo numero di telefono in un pregiudicato per reati specifici, residente a Mira. Il passo successivo è stata la perquisizione domiciliare, eseguita su delega del giudice competente, che ha consentito di recuperare nell’abitazione dei due il cellulare rubato. Per loro è scattata la denuncia per il reato di ricettazione, mentre il telefono è stato sequestrato in attesa della restituzione al legittimo proprietario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Venerdì è sciopero dei trasporti del sindacato Sgb

  • Attualità

    I volontari si prendono cura del forte Tron

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento