menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sensori conta-turisti, via alla sperimentazione a Venezia. A Carnevale taglio delle presenze

Test per diverse tecnologie nel 2018: obiettivo arrivare a dati in tempo reale e limitare gli accessi a San Marco. Banco di prova nei giorni di grande afflusso attorno al martedì grasso

Nuove tecnologie in campo per garantire il controllo delle presenze turistiche a Venezia e bloccare, in caso di eccessivo afflusso, gli accessi ai punti più affollati. Piazza San Marco in particolare. L'ultimo sistema in fase di studio da parte dell'amministrazione comunale, come riporta Il Gazzettino, è un misto di telecamere, sensori laser ed infrarossi puntati sulle persone presenti in città per contarle in tempo reale. Sarà utilizzato in via sperimentale durante il Carnevale, la prima delle grandi festività dell'anno a portare in laguna decine di migliaia di visitatori.

Diverse tecnologie in sperimentazione

Dovrebbe essere un passo in avanti significativo rispetto ad altri sistemi adottati in passato: l'anno scorso, riferisce l'assessora al Turismo Paola Mar, un test simile era stato affidato a Tim e Vodafone, che hanno contato le presenze attraverso le celle agganciate dai cellulari. I dati, però, arrivavano in ritardo. Il nuovo sistema invece garantisce numeri in tempo reale e, proprio in questi giorni, il sindaco Luigi Brugnaro sta valutando assieme alla società Venis in quali punti collocare gli "occhi" elettronici. L'amministrazione ha annunciato che non si tratta dell'unico sistema in fase di sperimentazione: almeno altre tre realtà sono pronte a provare strade diverse, tecnologie che saranno perfezionate nel corso dell'anno. Tutto, per ora, senza spese a carico della città. Alla fine, nelle intenzioni della giunta, dovrà essere possibile limitare gli accessi in area marciana oltre un certo limite di persone. Con semafori o altre sistemi, si vedrà.

Carnevale, si abbassa il limite alle presenze

Un nuovo tetto di presenze, comunque, andrà imposto già da questo Carnevale, anche in base al decreto Minniti che ha seguito la tragedia di piazza San Carlo a Torino. Tramite appositi varchi, piazza San Marco sarà suddivisa in settori che saranno chiusi man mano che si riempiranno. In tal modo sarà assicurata una densità massima di 2 o 2,5 persone al metro quadro, quindi 50 o 60mila presenze totali. Molte meno dell'anno scorso, quando per i voli di Carnevale se ne erano registrate quasi 100mila. Insomma, qualcuno resterà fuori per evitare che il salotto della città "scoppi" di gente e si creino situazioni potenzialmente pericolose. La capienza sarà fissata nei prossimi giorni con tavoli tra Comune, forze dell'ordine, vigili del fuoco, Suem, prefettura. Una volta riempita l'area marciana, l'ipotesi è di bloccare i visitatori a una certa distanza, in modo da avere le calli libere come vie di fuga.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lo show "4 Hotel" dello chef Bruno Barbieri parte da Venezia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento