menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sequestra la ex per tre ore minacciandola con un coltello, arrestato

Un 46enne sabato pomeriggio ha segregato una 41enne di Santa Maria di Sala nella sua casa. L'ha picchiata e ingiuriata. Provvidenziale l'arrivo di un tecnico per dei lavori di manutenzione

L'ha tenuta segregata in casa per tre ore. Malmenandola, tirandole i capelli e minacciandola con un coltello alla gola. Sabato pomeriggio di terrore per una 41enne di Santa Maria di Sala, rimasta in balia del suo ex compagno, un 46enne residente nel Trevigiano, che non ha accettato la rottura della loro relazione di tre anni.

 

La tempestava di chiamate e faceva capolino all'improvviso sul suo posto di lavoro. Stalking bello e buono. La 41enne si era già rivolta due volte a inizio gennaio ai carabinieri di Mirano, e stava decidendo se querelare il suo ex o procedere con un'ammonizione del questore. Il temporeggiare in questa decisione, però, è stato decisivo.

 

Alle 16 di sabato scorso la donna è entrata in casa. Subito si è accorta di qualcosa che non andava. Dell'odore di fumo nelle stanze. Mezz'ora prima, infatti, il 46enne era entrato dalla finestra e la stava aspettando. Subito l'aggressione, mentre la donna si era distesa sul divano: l'uomo ha bloccato la 41enne con le ginocchia e ha iniziato a malmenarla e schiaffeggiarla. Le tirava i capelli, la ingiuriava. A un certo punto, per non fare sentire le urla, ha anche preso lo scotch per metterglielo sulla bocca, preferendo poi lasciarla libera di parlare. Sotto minaccia di un coltello ala gola però.

 

"Se non gridi non ti faccio niente", le diceva. Tre ore di terrore. In balia della furia irrazionale di un uomo più forte di lei. Alle 19, poi, un tecnico ha suonato il campanello. Era lì per delle riparazioni. Inconsapevolmente ha salvato la situazione. Lo stalker, infatti, colto di sorpresa, è scappato di nuovo dalla finestra. Subito è partita una telefonata ai carabinieri di Mirano. I militari dell'Arma sono intervenuti e hanno rintracciato il 45enne ancora nei dintorni dell'abitazione. Forse aspettava che il tecnico se ne andasse per tornare alla carica. Invece è finito in manette.

 

Gli agenti hanno sequestrato il coltello con cui ha minacciato la donna e hanno trovato il pezzo di scotch incriminato. Non sarà difficile trovare le impronte digitali dell'aggressore. A corroborare la denuncia della donna anche la testimonianza del tecnico, che ha visto l'uomo scappare via. Il 45enne è stato arrestato per sequestro di persona, minacce aggravate e violazione di domicilio. In attesa della convalida è ai domiciliari nella sua casa del Trevigiano, poi per lui si apriranno le porte del carcere. In più, naturalmente, gli inquirenti lo indagano per stalking.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riaperture, Zaia non esclude novità dopo il "tagliando" del Governo del 20 aprile

  • Cronaca

    Avm, per la commissione di garanzia la disdetta normativa è corretta

  • Cronaca

    Msc conferma due navi da crociera a Venezia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento