Martedì, 16 Luglio 2024
In terraferma / Tessera

La guardia di finanza sequestra una discarica abusiva a Tessera

Erano stati depositati materiali edili, rifiuti ferrosi, elettrodomestici. Una persona denunciata

Un'area adibita a deposito di rifiuti, nel territorio di Tessera, è stata sequestrata nei giorni scorsi dalla guardia di finanza. A scoprire la discarica improvvisata sono stati i Baschi verdi della compagnia pronto impiego. In un terreno di 10mila metri quadri erano stati stoccati rifiuti speciali e potenzialmente dannosi per l’ambiente, tra i quali pneumatici, materiale edile, materiale ferroso, rottami, elettrodomestici e anche la carcassa di una roulotte.

Discarica abusiva sequestrata a Tessera

I riscontri sulle banche dati delle forze dell'ordine hanno permesso di risalire al proprietario del fondo il quale, di fatto e senza alcun contratto, lo aveva concesso in uso ad un'altra persona. Assieme al personale dell'Arpa, l'agenzia regionale per la protezione ambientale, i finanzieri hanno effettuato una approfondita classificazione dei rifiuti, anche per verificare la possibilità di infiltrazioni di sostanze inquinanti nel terreno e la conseguente contaminazione delle falde acquifere. Tutta l'area è stata recintata e messa sotto sequestro.

La persona che aveva in uso il terreno è stata denunciata per la violazione delle norme sulla gestione di rifiuti, mentre la vicenda è stata segnalata all'amministrazione comunale per l'avvio delle procedure di bonifica e ripristino ambientale. Ai sensi delle norme sulla gestione non autorizzata di rifiuti, il responsabile può essere punito con l'arresto da 6 mesi a 2 anni e con un'ammenda che va da 2600 a 26mila euro; le conseguenze sono ancora più gravi (arresto da uno a tre anni, ammenda da 5.200 a 52mila euro) se la discarica è destinata, anche in parte, allo smaltimento di rifiuti pericolosi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La guardia di finanza sequestra una discarica abusiva a Tessera
VeneziaToday è in caricamento