Cronaca

Chioggia, 2 quintali di pesce azzurro sequestrati, 1.500 euro la sanzione

I carabinieri hanno recuperato 30 cassette di alici e sarde destinate alla vendita ma sprovviste della necessaria etichettatura e dei documenti fiscali amministrativi per la tracciabilità

I carabinieri della motovedetta di Chioggia, assieme ai medici veterinari dell’Asl 14 di Chioggia, hanno realizzato una serie di controlli presso il mercato ittico all’ingrosso. L’operazione rientra in un più ampio progetto di tutela dei consumatori e di prevenzione e repressione della commercializzazione abusiva di prodotti ittici.

Le forze dell’ordine hanno individuato, all’interno della cella frigo di una ditta di distribuzione, ben 30 cassette di pesce azzurro (nello specifico alici e sarde, per un peso complessivo pari a 2 quintali) sprovviste di etichettatura e documenti fiscali amministrativi necessari a stabilirne la tracciabilità di filiera.

La merce, avente un valore commerciale complessivo pari a 1.000 euro, è stata posta sotto sequestro amministrativo.
Proprio per aver predisposto alla vendita dei prodotti privi delle misure imposte dalla legge, il titolare della ditta è stato poi contravvenzionato, con una sanzione pecuniaria di 1.500 euro.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chioggia, 2 quintali di pesce azzurro sequestrati, 1.500 euro la sanzione

VeneziaToday è in caricamento