Cronaca

Sequestrati 83 chili di tabacchi lavorati esteri nei porti di Venezia e Marghera

È il risultato delle ultime settimane di controlli congiunti operati da guardia di finanza e funzionari delle dogane

La guardia di finanza di Venezia e i funzionari dell'agenzia delle dogane hanno sequestrato 83 chili di tabacchi lavorati esteri presso il terminal Tiv nel porto di Marghera e la stazione marittima dello scalo di Venezia. È il frutto dei controlli rafforzati nelle scorse settimane per contrastare i traffici illeciti nelle aree portuali.

Clicca qui per iscriverti al canale WhatsApp di VeneziaToday

Nell'ambito dell'attività sono stati ispezionati centinaia di bagagli di passeggeri in arrivo con le navi da crociera, e ben 63 sono stati trovati in possesso, all'interno dei propri bagagli, di un quantitativo superioredi sigarette rispetto al limite previsto per legge: 800 grammi - 4 stecche - per i viaggiatori provenienti da Paesi comunitari, e 200 grammi - 1 stecca -, per quelli provenienti da Paesi extra Ue.

I risultati raggiunti «nei vari settori di controllo testimoniano l’impegno costantemente profuso nell’esercizio del ruolo di polizia economico finanziaria del corpo, in sinergia con l'agenzia delle Dogane e dei Monopoli - spiegano le fiamme gialle -, da ultimo rinnovato con la stipula di un apposito protocollo d’intesa, a contrasto degli illeciti posti in essere in violazione delle vigenti norme doganali, al fine di tutelare gli interessi finanziari nazionali e dell’Unione Europea».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrati 83 chili di tabacchi lavorati esteri nei porti di Venezia e Marghera
VeneziaToday è in caricamento