menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferragosto di lavoro per la polizia locale a Jesolo: sequestri, multe e denunce

Giovani sorpresi a bere birra all'aperto, cosa vietata durante il ponte di Ferragosto. Due persone facevano i propri bisogni all'aperto. Due denunciati per merce contraffatta

Pienone a Jesolo durante il periodo di Ferragosto, per la gioia di albergatori e addetti del settore. Super lavoro anche per le forze dell'ordine, visto che all'aumentare della gente sul litorale lievitano anche gli interventi di pubblica sicurezza. Migliaia le persone che hanno assistito lunedì sera ai fuochi d'artificio sulla spiaggia. Così come sono state migliaia quelle che si sono riversate sull'arenile nelle ore precedenti. Gli agenti della polizia locale sono stati impegnati su più fronti: il controllo della viabilità per garantire la sicurezza stradale, il controllo dell’abusivismo commerciale, il contrasto ai campeggiatori abusivi, il controllo delle soste selvagge, anche su aiuole e verde pubblico, il controllo della ztl e dell’area che gravita attorno a piazza Mazzini per gli schiamazzi, rumori e per il controllo in particolare dell’ordinanza che vieta dalle 00.30 alle 7 di mattina la detenzione e il consumo su suolo pubblico di bevande alcoliche. Si tratta di un'ordinanza firmata nei giorni scorsi dal sindaco Valerio Zoggia. 

Durante le 3 notti di divieto, secondo la polizia locale sarebbero state comminate solo 6 multe da 200 euro, come prescritto dall'ordinanza. Si tratta per lo più di ragazzi che bevevano birra nella zona tra piazza Mazzini e piazza Aurora. Multate anche due persone sorprese a fare i propri bisogni all'aperto, in luogo pubblico. Anche in questo caso sono scatte multe da 200 euro. 

Non sono mancati anche i controlli contro l’abusivismo commerciale sull’arenile e sulla zona a traffico limitato. Dopo essersi appostati, gli agenti hanno fermato due cittadini marocchini, E.A.B, 37enne residente a Venezia, e S.A., 58enne residente a San Donà di Piave. Gli stessi, conosciuti dal Comando come venditori di merci contraffate su ordinazione, fermati nelle vicinanze dei parcheggi di piazza Milano, avevano a bordo una grande quantità di abiti contraffatti. In particolare giubbini, pantaloni, borse, polo e borse. Tutto è stato sequestrato e i due sono stati denunciati per detenzione e vendita di merci con segni falsi.S.A. era già stato denunciato due settimane fa sempre per lo stesso motivo. "Visti i precedenti - dichiara la polizia locale di Jesolo - verrà fatta richiesta al questore di un foglio di via obbligatorio dal territorio comunale".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'isola di Santa Maria delle Grazie può uscire dall'abbandono

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento