Cronaca

Una tonnellata di pesce sequestrato durante i controlli sulla Romea

I risultati delle verifiche della guardia di finanza

Canestrelli sequestrati

I posti di controllo effettuati dalla guardia di finanza lungo la statale Romea hanno portato a multare 11 persone (tra italiani e cinesi) che trasportavano pesce irregolare, ovvero di provenienza sconosciuta e privo di documenti di tracciabilità. In tutto è stata sequestrata circa una tonnellata di prodotto, principalmente salmoni, aragoste, gamberi, moscardini, canestrelli, granseole e seppie. Il pesce era nascosto dietro ad altre cassette di prodotto in regola. I trasportatori sono stati multati per diverse migliaia di euro.

Dalla documentazione controllata e dalle testimonianze dei trasgressori, è stato appurato che le partite sequestrate erano destinate alla commercializzazione in varie zone del Veneto, particolarmente a Mira, Padova, Dolo, Rosolina e Casalserugo. Dall’inizio dell’anno i finanzieri della compagnia di Chioggia hanno sottoposto a sequestro circa 5 tonnellate di pesce fresco per mancanza di informazioni sulla tracciabilità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una tonnellata di pesce sequestrato durante i controlli sulla Romea

VeneziaToday è in caricamento