menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pesca abusiva in laguna e lavoro nero, tre imbarcazioni sequestrate

La guardia di finanza le ha fermate di notte al largo di Chioggia: a bordo quintali di vongole pescate in modo irregolare, poi ributtate in acqua

Ancora fenomeni di pesca abusiva, ma questa volta l'attività illecita è costata cara a tre comandanti di altrettante imbarcazioni fermate dalla guardia di finanza. Sono stati sorpresi nottetempo nella laguna sud da una motovedetta della sezione operativa navale delle fiamme gialle di Chioggia: gli equipaggi delle tre imbarcazioni, munite di turbosoffiante, erano intenti a pescare abusivamente vongole veraci nel canale Perognola.

Così i finanzieri hanno proceduto al sequestro dei tre pescherecci e di tutta l'attrezzatura utilizzata. A bordo delle turbosoffianti sono stati rinvenuti 260 chili di vongole veraci che, dopo il controllo del servizio veterinario del Comune di Chioggia, intervenuto su richiesta dei finanzieri, sono state rigettate in acque profonde lagunari, in quanto ancora vive e vitali. Non solo: verificando le posizioni lavorative delle persone fermate, i finanzieri hanno scoperto che uno dei marinai imbarcati era assunto irregolarmente. È stata quindi inoltrata segnalazione alla direzione provinciale del lavoro per le relative sanzioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento