rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

Sbarca da un traghetto in Mercedes, sotto il telaio ha 28 chili di marijuana

B.T., corriere bulgaro 54enne, è finito in manette per traffico di stupefacenti dopo essere stato scelto per un controllo dai finanzieri. I cani antidroga non gli hanno lasciato scampo

Avevano intuito che quel cittadino di nazionalità bulgara dall'aspetto distinto aveva qualcosa da nascondere. Anche se forse le fiamme gialle snon si sarebbero aspettate di dover diventare in pochi minuti carrozzieri, smontando parte della Mercedes Classe A con la quale B.T., 54enne, aveva raggiunto l'Italia imbarcandosi su un traghetto greco. L'arrestato è stato "scelto" per un controllo a campione tra quanti sbarcavano al porto di Venezia: le risposte evasive e sempre più contraddittorie dell'uomo hanno indotto i finanzieri ad approfondire i controlli e perquisire l'auto con l'aiuto dell'unità cinofila antidroga del Corpo.

E' bastato che "Sonny" e "Raba", due splendidi pastori tedeschi, si avvicinassero perché iniziassero a segnalare con insistenza i longheroni del telaio. Il veicolo è stato quindi sottoposto ai raggi dello scanner mobile, per individuare con certezza dove si trovasse lo stupefacente: 50 "panetti" di marijuana, per recuperare i quali si è dovuto tagliare con un flessibile l'abitacolo della Mercedes.   


I panetti erano stati confezionati uno a uno utilizzando anche del caffè, espediente molto usato per ingannare il fiuto dei cani antidroga. In questo caso, però, non è servito a nulla. L’intervento ha portato al sequestro di 28.420 grammi di marijuana e della vettura, nonché all’arresto del corriere bulgaro per il reato di traffico internazionale di stupefacenti. La sostanze se immessa sul mercato, avrebbe fruttato ai trafficanti un illecito guadagno per oltre 300mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbarca da un traghetto in Mercedes, sotto il telaio ha 28 chili di marijuana

VeneziaToday è in caricamento