rotate-mobile
Cronaca

Sequestrati al porto di Venezia 2.700 bruciatori di essenze

Gli oggetti presentavano una resistenza elettrica in grado di produrre una quantità di calore potenzialmente pericolosa

I funzionari dell’Agenzia delle accise, dogane e monopoli, nell’ambito dell’attività di sdoganamento delle merci in importazione, hanno sottoposto a controllo un carico di oggettistica per l’arredamento di origine cinese arrivato al porto di Venezia. La verifica fisica ha consentito di rilevare la non conformità di 2.664 bruciatori di essenze per ambiente domestico, evidenziando l’assenza di alcuni dei requisiti previsti dalla normativa per la sicurezza dei prodotti elettrici.

I bruciatori, infatti, presentavano una resistenza elettrica in grado di produrre una quantità di calore potenzialmente pericolosa. Inoltre erano sprovvisti della marchiatura CE e del libretto di istruzioni. I funzionari, pertanto, hanno proceduto all’immediato sequestro della merce; l’importatore è stato invece denunciato all’autorità giudiziaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrati al porto di Venezia 2.700 bruciatori di essenze

VeneziaToday è in caricamento