menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Droga e ladri nel mirino della polizia: arrestato anche fuggitivo

Manette lunedì sera a Mestre per il malvivente bloccato mentre cercava di darsi alla fuga con un complice. Gli agenti hanno anche sequestrato della cocaina abbandonata in un'aiuolada un malvivente

Doppia operazione della polizia lunedì sera a Mestre che ha prima bloccato un ladro e poi ha sequestrato della cocaina al termine di un inseguimento. Nella prima operazione gli agenti sono riusciti ad arrestare il colpevole dopo che, con un complice, aveva tentato di entrare in un’abitazione di via Degan a Mestre per svaligiarla. I due malviventi, però, sono stati sorpresi dal proprietario dell’abitazione che, accortosi del tentato furto, ha subito chiamato gli agenti. E’ scattata così la fuga da parte dei due ladri: uno di loro, un cittadino marocchino, alla vista della volante, all’incrocio con via Carducci ha rallentato la corsa cercando di non attirare l'attenzione su di sè. Ma le forze dell'ordine, insospettite, lo hanno perquisito e gli hanno trovato addosso una pinza, usata per il tentato furto. L'uomo è stato anche riconosciuto dallo stesso proprietario: immediato quindi l'arresto e la condanna per direttissima a otto mesi di reclusione e al pagamento di 200 euro di multa.


SEQUESTRO DROGA. Nella seconda operazione gli agenti hanno notato un cittadino di origine africana che, dopo aver visto i poliziotti, scappava a gambe levate a bordo di una bicicletta, facendo perdere le sue tracce. Durante la fuga l'uomo aveva lanciato in un'aiuola un involucro. Gli agenti hanno scoperto, con i successivi accertamenti negli Uffici della Polizia Scientifica di Venezia, che si trattava di cocaina con un peso lordo pari a 9.50 gr. E' stata sequestrata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento