menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Offensiva contro la contraffazione: 58mila prodotti tolti dal mercato

Nei giorni scorsi una cinquantina di militari hanno passato al setaccio una trentina di attività commerciali tra il centro storico e la provincia: in tutto sono dodici le persone denunciate

Dopo il maxisequestro di bambole tossiche da parte dell'Agenzia delle dogane e l'altrettanto importante, anche in termini numerici, sequestro dei carabinieri al Tronchetto di maschere e souvenir, continua l'offensiva delle forze dell'ordine a tutela del "Made in Italy". Negli ultimi giorni la guardia di finanza ha sequestrato circa 58mila prodotti contraffatti o privi dei requisiti previsti dal "Codice del consumo", come la mancanza dell'indicazione delle componenti.

Trenta i controlli effettuati in tutta la provincia lagunare, dodici dei quali tra Mestre e il centro storico, con circa 50 militari impegnati. Tra la merce ritirata dal mercato ci sono capi di abbigliamento, articoli di bigiotteria, borse, cinture, occhiali, portachiavi, portamonete, maschere e oggettistica varia. Di questi, tra Venezia e i magazzini dell’aeroporto Marco Polo, sono stati sequestrati circa 4mila 300 prodotti contraffatti, comportando la denuncia di quattro persone.


Per quanto riguarda il resto delle operazioni, altre otto persone dovranno rispondere amministrativamente del fatto che i prodotti non riportavano chiaramente, in lingua italiana, le informazioni per il consumatore, come la presenza di sostanze nocive o pericolose, le precauzioni d'uso, la composizione chimica e l'indicazione del produttore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento