menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maxi sequestro di igienizzante non a norma in un'azienda

Tolti dal mercato 250 chili di prodotto sfuso e 5mila flaconi già pronti

Cinquemila flaconi di prodotti igienizzanti e 250 chili di prodotto sfuso pronto per essere confezionato. Tutto privo delle notifiche ministeriali di sicurezza, quindi non a norma di legge. E' quanto hanno sequestrato giovedì i carabinieri del Nas di Treviso e del nucleo natanti di Venezia in un'azienda di prodotti cosmetici veneziana, in attività da giugno 2020. 

Tutto è nato da una serie di controlli che, in periodo di pandemia, i militari hanno effettuato in diverse attività commerciali di Venezia e che hanno portato, già nei giorni scorsi, al sequestro di prodotti per il corpo non conformi alla legge. Partendo da queste verifiche, sono riusciti a ricostruire la filiera commerciale di alcuni di questi prodotti, fino a risalire all’azienda controllata giovedì. Nello specifico la merce sequestrata non era registrata nel portale C.P.N.P.(Cosmetic Products Notification Portal), voluto dalla Commissione Europea. Questa banca dati contiene tutte le informazioni relative ai prodotti di cosmesi (produttore, ingredienti, etichetta etc.), necessarie a garantire una cornice di sicurezza e trasparenza per i consumatori. Al termine delle verifiche, ai titolari delle varie attività commerciali sottoposte a controllo sono state elevate sanzioni per un totale di oltre 3mila euro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento