Sequestrate 102mila mascherine non regolari

La guardia di finanza ha trovato la merce all'interno di un magazzino. Il marchio CE non era conforme

Erano pronte per essere immesse sul mercato, ma non erano conformi, in quanto prive del codice identificativo dell'organismo certificatore. La guardia di finanza di Venezia ha sequestrato 102mila mascherine prive delle prescritte dichiarazioni di conformità e denunciato due persone per frode in commercio. 

Individuato un magazzino

L'indagine è cominciata dopo la segnalazione arrivata agli uomini del II Gruppo di Venezia sul tentativo di vendita di mascherine con marchio CE irregolare da parte di un’azienda del veneziano. Gli approfondimenti hanno permesso di individuare un magazzino nel padovano all’interno del quale sono state trovate le mascherine pronte per l’immissione sul mercato.

Non erano regolari

E' emerso che i dispositivi, del tipo FFP2 e FFP3, riportavano una marcatura CE irregolare. Inoltre, la stessa merce non era accompagnata da dichiarazione di conformità valida per l’immissione dei dispositivi sul mercato né dell’autorizzazione rilasciata dall’Inail a seguito di presentazione dell’autocertificazione. Per attestare la regolarità dei prodotti era utilizzato un “Certificato di Compliance”, documento che, tuttavia, costituisce solamente una pre-analisi della documentazione tecnica fornita dal costruttore senza alcun esame effettivo del prodotto e che non fa parte dell’iter di marcatura CE completa da avviare a cura del produttore stesso o dell’importatore.

L'agenzia delle Dogane consegna 46mila mascherine alla protezione civile

Nelle stesse ore, i funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli di Venezia, in servizio all'aeroporto “Marco Polo” di Tessera, hanno provveduto a consegnare alla Protezione civile 46mila mascherine requisite nei giorni scorsi. Nel corso del mese di aprile, sono state consegnate complessivamente 60mila mascherine tra chirurgiche e dispositivi di protezione individuale dai funzionari delle dogane. Inoltre, a cura dei funzionari dell’ufficio delle dogane di Venezia, è avvenuta la consegna di 151.200
mascherine monouso, 1.920.000 anse per inoculazione e 32mila piastre di petri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Crescono i casi di coronavirus, i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Vishing, la truffa che "svuota" il conto corrente: tre denunce

  • Coppia di turisti aggredita e picchiata da una baby gang a Campo Santa Margherita

  • Tragedia in A27: perde il carico, scende a recuperarlo e viene travolto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento