rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Sequestrati 150 chili di pescato scaduto e sottomisura al mercato ittico di Venezia

Operazione della capitaneria di porto nelle prime ore di venerdì. Rinvenuti granchi privi di tracciabilità, 30 chili di ombrine scadute e 80 chili di merluzzo sottomisura

Maxi sequestro al mercato ittico di Venezia. Nelle prime ore di venerdì, i militari della capitaneria di porto hanno confiscato 40 chili di granchi di laguna privi di certificazione di tracciabilità, 30 chili di ombrine scadute e 80 di merluzzo pescato sottomisura. Sospeso per 8 giorni anche un esercizio commerciale.

Controlli sul pescato

Congiuntamente alla capitaneria, sono intervenuti i tecnici del servizio sanitario Asl di Venezia, che hanno verificato lo stato di vitale dei granchi, poi ributtati in mare, e la commestibilità dei merluzzi, donati quindi alla Caritas come prevede la normativa in vigore. Il prodotto scaduto, invece, è stato distrutto presso la ditta specializzata presente al mercato.

Sanzioni per 25mila euro

A seguito degli accertamrnti, i militari hanno sospeso un esercizio commerciale della provincia di Foggia per violazione del decreto legislativo che disciplina il pescato sottomisura. Tre aziende locali operanti nel settore ittico, invece, sono state sanzionate per un totale di 25mila euro per violazione dei regolamenti in materia di tracciabilità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrati 150 chili di pescato scaduto e sottomisura al mercato ittico di Venezia

VeneziaToday è in caricamento