menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il prodotto sequestrato

Il prodotto sequestrato

Pesca di novellame: quattro tonnellate di pesce sequestrato a Chioggia

Gli agenti della capitaneria di porto locale hanno fermato un camion frigo di una ditta di Rimini diretto in Albania. Tutto il pescato è stato poi regalato a un ente caritatevole padovano

Quattro tonnellate di cefali "fuorilegge", troppo piccoli per essere venduti. Maxi sequestro della Capitaneria di porto di Chioggia stanotte al mercato ittico della città clodiense, che ha fermato in extremis la partenza di un camion frigo verso l'estero. All'interno il carico irregolare, destinato a finire tra le corsie dei supermercati dell'Europa dell'Est.

Alla guida del veicolo un cittadino di nazionalità albanese, denunciato. Il mezzo, sequestrato, è di proprietà di una ditta di Rimini, su cui ora si stanno concentrando gli accertamenti degli inquirenti. Serve infatti far luce sull'intera filiera che si nasconde dietro a questo commercio illegale. La pesca di novellame, infatti, crea un serio danno alla fauna dell'Alto Adriatico.

Una volta terminate le operazioni, le quattro tonnellate di cefali sono state donate a un ente caritatevole padovano che si occupa di ragazzi disabili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento