menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trasporto irregolare e senza etichetta: sequestrati 1.600 chili di pesce

Maxi operazione della guardia costiera di Venezia, Ravenna e Cesenatico. Sanzioni per migliaia di euro

Oltre 1.600 chili di pesce azzurro sono stati sequestrati dalla guardia costiera di Venezia, Ravenna e Cesenatico tra Veneto ed Emilia Romagna nell'ambito di alcuni controlli su prodotti esportati in camion all'estero. 

L'indagine, svolta nelle scorse settimane attraverso appostamenti e verifiche, ha permesso agli investigatori di ricostruire i percorsi per gli spostamenti delle merci tra Veneto ed Emilia e li ha portati a fermare due mezzi con targa estera diretti in Germania, che trasportavano complessivamente i 1.600 chili di pesce azzurro. Il pescato non aveva alcuna etichettatura commerciale e sono state anche riscontrate irregolarità sulla documentazione di trasporto. Le sanzioni hanno raggiunto i 6mila euro.

Al momento del controllo, gli uomini della guardia costiera hanno riscontrato anche che su entrambi gli automezzi era stato superato il limite massimo di peso trasportabile, perciò è stato richiesto l'intervento degli agenti della polstrada di Forlì-Cesena che, dopo la pesatura, hanno contestato anche due sanzioni in violazione al codice della strada. Successivamente, i militari della guardia costiera sono risaliti all’esatta area di sbarco del pescato, nel comune di Cesenatico. Sono stati multati per duemila euro anche i due motopesca dai quali era stato sbarcato il pesce.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento