rotate-mobile
Cronaca

Merce di contrabbando nascosta nelle valigie: grosso sequestro al porto di Venezia

Operazione dell'agenzia delle dogane. All'interno dei trolley importati regolarmente c'erano 15mila cinture e 600 beauty case

I controlli sulla merce di importazione hanno portato a scoprire un grosso quantitativo di prodotti che stavano per entrare in Italia illegalmente, nascosti all'interno di valigie regolarmente dichiarate. Ad accorgersene sono stati i funzionari dell’Agenzia delle accise, dogane e monopoli in servizio al porto commerciale di Venezia.

Le verifiche si sono concentrate su due container, oggetto di altrettante dichiarazioni doganali di importazione, il cui contenuto era destinato ad un commerciante cinese con sede nella provincia di Padova. Il funzionario, sospettando qualcosa, ha deciso di procedere con un'ispezione più approfondita. E così, aprendo le valigie, è saltata fuori la merce non dichiarata: in totale 14.820 cinture e 628 valigette tipo beauty case, per un valore stimato di oltre 32mila euro, corrispondenti a un'evasione di 9.700 euro.

A quel punto tutti i prodotti sono stati sequestrati e l'importatore multato con sanzione amministrativa per contrabbando. La sanzione in questi casi va da un minimo di 19mila a un massimo di 97mila euro.

foto2-9

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Merce di contrabbando nascosta nelle valigie: grosso sequestro al porto di Venezia

VeneziaToday è in caricamento