Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Chioggia

Se il pesce "tradisce": maxisequestri di tonno scaduto e vongole di frodo

Due operazioni hanno portato la capitaneria di porto di Venezia e i carabinieri di Chioggia a togliere dal mercato alimenti del valore di migliaia di euro e comminare multe salate

Giornata di sequestri alimentari quella di mercoledì. Specie in fatto di pesce e molluschi. Due operazioni distinte hanno portato gli agenti della capitaneria di porto e della compagnia dei carabinieri di Chioggia a requisire alimenti per un valore di migliaia di euro. Nel Veneziano sono stati tolti dal mercato 1.500 chili di tonno scaduto. La scoperta durante una delle periodiche campagne di controllo sulla filiera ittica. Controllati numerosi grossisti, importatori e venditori, negozi e ristoranti. Comminate in totale 20mila euro di sanzioni.


Nella città clodiense, invece, i militari hanno sequestrato quattro quintali di vongole pescate illegalmente. I carabinieri, a bordo di una vettura di servizio, hanno notato due persone sospette che scaricavano da un barchino in canale Lombardo le vongole. Gli agenti si sono avvicinati per valutare ciò che stava accadendo ma i due si sono dati velocemente alla fuga in barca, abbandonando quanto illecitamente pescato. Si tratta di 40 sacchi contenenti ciascuno dieci chili di vongole della specie "venus gallina", del valore commerciale di duemila euro. Indagini sono in corso per rintracciare i due fuggitivi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Se il pesce "tradisce": maxisequestri di tonno scaduto e vongole di frodo

VeneziaToday è in caricamento