rotate-mobile
Cronaca

Maxisequestro al porto: 3mila vestiti dai marchi dell'alta moda contraffatti

Il valore stimato della merce requisita supera gli 800mila euro. Tolte dal mercato anche 582 paia di scarpe. La merce nascosta in un camion a bordo di un traghetto greco, denunciato l'autista

Maxisequestro al porto la mattina del 5 giugno scorso. Stavolta a finire nelle maglie dei controlli della sezione operativa Marittima dell'Ufficio delle dogane, con la collaborazione delle Fiamme Gialle, sono stati quasi 3mila capi d'abbigliamento contraffatti e oltre 500 paia di scarpe. Riguardo tutta questa merce, infatti, gli operatori si sono trovati di fronte ai marchi falsificati delle più prestigiose firme della moda: da Gucci a Prada, da Burberry a Cavalli, per poi passare a Louis Vuitton, Emporio Armani e Chanel. Il valore commerciale stimato della merce tolta dal mercato supera gli 800mila euro. In questi giorni si sta procedendo a ulteriori esami su tutti i capi requisiti per stabilirne con certezza provenienza (con ogni probabilità dalla Cina) e contraffazione.

Il carico, sprovvisto di documentazione fiscale idonea, era nascosto in diversi cartoni, avvolti con una pellicola nera, nel cassone di un autoarticolato greco a bordo di un traghetto proveniente dal paese ellenico. Inevitabile la denuncia per l'autista del camion, che di fronte alle domande degi operatori della dogana non è riuscito a formulare risposte soddisfacenti. Secondo la sua versione non era a conoscenza che nel suo veicolo fossero nascosti due bancali di merce con ogni probabilità contraffata, non avendo assistito alle operazioni di carico. Sono 2mila 865 i vestiti sequestrati e 582 le paia di scarpe, che poi avrebbero raggiunto gran parte d'Europa.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxisequestro al porto: 3mila vestiti dai marchi dell'alta moda contraffatti

VeneziaToday è in caricamento