menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sergio Badin scomparso dalla sua casa di Marghera l'8 maggio 2013

L'uomo, 60 anni, alto circa un metro e sessanta, calvo e con gli occhi castani, era vestito con una maglia rossa, pantaloni blu e giubbino azzurro

AGGIORNAMENTO: il 60enne è stato ritrovato verso le 19.30 seduto su una panchina di piazzale Giovannacci. Le sue condizioni di salute sarebbero buone, anche se visibilmente disorientato. Si è trattato quindi di un allontanamento volontario. Ancora avvolti nel mistero, però, i motivi del gesto.

-------------------------------------------

Grande apprensione a Marghera per la scomparsa di un 60enne che nella mattinata di mercoledì ha lasciato casa sua sparendo nel nulla. Prima delle 10.30, Sergio Badin, veneziano di 60 anni compiuti ad aprile, è uscito dalla sua abitazione in via Calvi 23, lasciando un biglietto da lui scritto in stampatello per la moglie: “Non cercatemi, non mi troverete. Stai calma e non piangere non sarò a Marghera e non farò niente di male. Non preoccuparti”.

LA DINAMICA - La donna era uscita alle 09:00 e Badin, già sveglio, le era sembrato normale di umore e aveva anche assunto regolarmente le pastiglie che gli sono state prescritte perché cardiopatico. Mentre lei è uscita per le sue faccende quotidiane, lui, vestito con una maglia rossa, pantaloni blu, un giubbino azzurro, ha scritto il biglietto e, senza portarsi con sé né il telefono né soldi o tessere bancomat, si è allontanato a piedi. Quando la moglie è rientrata, appunto verso le 10.30, con incredulità ha trovato il messaggio, ha chiesto ad un amico vicino di casa se lo avesse visto e si è quindi rivolta al commissariato di via Cosenza per segnalare la scomparsa. Intervistata dai poliziotti, che hanno avviato subito le ricerche attivando una nota di rintraccio attraverso la sala operativa della questura, valida intanto per ogni forza di polizia di tutta la provincia, la donna ha riferito che il marito è soggetto a qualche ricorrente sbalzo d'umore, ma che non ha mai palesato segnali di malessere particolari; infatti i rapporti tra i coniugi sono sempre stati sereni, i due non avrebbero difficoltà economiche e anche la relazione coi tre figli che abitano altrove con le rispettive famiglie è assolutamente serena. Insomma, non ha saputo fornire un'interpretazione al contenuto del biglietto, né quale interesse potrebbe condurre il marito fuori da Marghera. Unico dettaglio, ma non si sa ancora quanto determinante, mercoledì Badin avrebbe partecipato al funerale del suo vecchio datore di lavoro, a cui pare fosse particolarmente legato. Ma nemmeno al cimitero presso il luogo della tumulazione del suo ex titolare è stato trovato.

LE RICERCHE - Di sicuro senza soldi né mezzi di trasporto da solo non può essere andato distante. Proprio i recenti sbalzi d'umore avevano portato l'uomo a riconsegnare la patente. Il personale del commissariato di Marghera nel pomeriggio si è recato a casa dalla moglie per verificare se fosse presente anche qualche altro dettaglio utile per le ricerche. Il fatto che non si sia portato appresso il cellulare impedisce di accedere alle possibilità fornite dalla tecnologia per rintracciarlo. Esaminato dai poliziotti, non è stato al momento possibile accedere ai registri messaggi e chiamate perché protetto da pin. Altro elemento di preoccupazione, visto dalla prospettiva di Badin che non si è mai allontanato da casa precedentemente, è il fatto che non si è portato appresso nemmeno le pastiglie per il cuore. Badin ha un dispositivo acustico inserito nelle stanghette degli occhiali, è alto circa 1,65 metri, calvo e con gli occhi castani. Chiunque lo riconosca e abbia informazioni utili o lo rintracci è pregato di contattare il commissariato di Marghera al numero 041 2580911.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento