menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tutti fuori: serrature bloccate con l'Attak in laguna e terraferma contro il test Invalsi

Martedì mattina manifestazione studentesca a Mestre. Pompieri in azione al liceo Marco Polo, all'Artistico e all'Algarotti: "Problemi anche al Gritti". Dopo lo stop consegnati i test

Tutti fuori. O almeno questo era l'intento di chi nella notte tra lunedì e martedì ha posizionato della colla, probabilmente dell'Attak, in corrispondenza delle serrature delle porte e dei cancelli di diversi istituti scolastici veneziani, in laguna e terraferma. L'elenco dei plessi che hanno vissuto questo fuori programma, in corrispondenza della giornata in cui si svolgono i test Invalsi, si è allungato di minuto in minuto nelle prime ore della mattinata. 

SCUOLE OFF LIMITS - I vigili del fuoco sono intervenuti all'istituto Algarotti, ma anche al liceo Marco Polo e al prospiciente liceo Artistico. Porte inesorabilmente chiuse non solo in laguna: in terraferma problemi simili si sarebbero registrati anche al Gritti. Insomma, si è trattata di un'azione coordinata con ogni probabilità contro il test Invalsi. Una protesta che ha eco nazionale e che ogni anno presenta qualche "sorpresa" in corrispondenza della giornata di verifica. Stavolta chi critica il test ha deciso di usare metodi piuttosto eclatanti, mettendo i bastoni tra le ruote a chi invece a scuola ci voleva andare: "Tutto si è risolto in poco tempo - dichiara la dirigente scolastica del liceo Marco Polo, Annavaleria Guazzieri - i pompieri sono intervenuti qui e subito dopo al liceo artistico. Ma mi hanno segnalato che le serrature erano bloccate anche al Gritti a Mestre e in diversi istituti. Da noi le prove sono state comunque somministrate, anche se con un po' di ritardo. Due classi hanno invece deciso di stare fuori in blocco". 

MANIFESTAZIONE A MESTRE - A Mestre, con partenza dalla stazione ferroviaria, è stato organizzato un corteo dei collettivi studenteschi per protestare verso un'iniziativa del ministero dell'Istruzione che da 13 anni a questa parte "ha destato più di qualche perplessità tra docenti e studenti e che, con il passare del tempo, si è rivelata essere la massima espressione di scellerata gestione dell’universo scolastico da parte delle istituzioni. Basti pensare - si legge in una nota degli organizzatori della manifestazione - ed è tra tutti il problema minore, che tali valutazioni del sistema scolastico non sono differenziate a seconda del tipo di istituto: licei, istituti tecnici e scuole professionali affrontano lo stesso quiz, che non si basa quindi sugli studi programmati per l’anno scolastico in cui viene somministrata la prova e, inoltre, nonostante vengano spacciate per anonime, possono tranquillamente essere ricondotte ad ogni singolo studente, tramite un apposito codice univoco".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento