Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Noale

Le Iene mettono nel mirino l'associazione che promette 1.500 euro pagando solo 1 euro

L'inviata della trasmissione tv ha chiesto al fondatore del Coemm, Maurizio Sarlo, noalese, quale sia l'utilizzo delle donazioni: "Perché gli aderenti ora aspettano i soldi promessi"

"Dove sono finiti i soldi dell'associazione?". Risposta: "Io non sono tenuto a dirlo a nessuno". La domanda è dell'inviata de "Le Iene", Nadia Toffa, ed è stata rivolta a Maurizio Sarlo, imprenditore di Noale fondatore del Coemm, Comitato etico mondo migliore, un'associazione internazionale no profit, come viene descritto sul suo sito. Il servizio è andato in onda domenica sera. Per capire il motivo delle domande dell'inviata bisogna capire cosa sono i salotti solidali dell'associazione, chiamati Clemm. Sono 10 i partecipanti, con in più 1 capitano che fa da padrone di casa. A questi partecipanti, dietro il pagamento simbolico di 1 euro, viene promesso il pagamento di 1.500 euro. 

GUARDA IL SERVIZIO DE "LE IENE" ANDATO IN ONDA DOMENICA

"In questo modo finirà l'era della schiavitù e inizierà quella della prosperità", afferma Sarlo durante uno dei suoi incontri ripresi da una telecamera nascosta de "Le Iene". Il programma tv ha messo nel proprio mirino questa impostazione, "imbeccata" da una aderente ai salotti del Coemm: "Dovevano pagare a marzo 2016, poi la scadenza è stata posposta - racconta la donna - la giustificazione che viene data è che tutti i salotti devono essere 'allineati'. Ossia devono pagare l'euro. Una cifra simbolica. Nel momento in cui fai troppe domande ti viene detto che è tutto su base volontaria". Il progetto prevede dei laboratori culturali capillari sul territorio in grado di propagare una nuova visione etica della politica. Da qui si innescherebbe un circolo virtuoso in grado di remunerare gli aderenti.

Nadia Toffa, durante il servizio, ha spiegato che sono circa 90mila gli iscritti al comitato, e che in più ci sono in media 2 conferenze al mese. Per partecipare servirebbe pagare 10 euro: "Dove sono finiti tutti questi soldi?", ha chiesto direttamente a Sarlo, il quale ha rimandato a una conferenza stampa del 10 novembre scorso. Lì lo si vede dichiarare: "Io non devo dire a nessuno come spendo i soldi dell'associazione".

Sul sito del Coemm vengono messe nero su bianco le linee guida alla base della realtà associazionistica: "La promozione della “medietà” isolando le negatività dei troppo ricchi e dei troppo poveri - si legge -; il passaggio da un “io” egoistico a un “noi” altruistico; l'educazione di un’etica più avanzata quale forma di benessere e felicità diffusa, un’etica da inserire all’interno dell’economia e non fuori di essa; la selezione di testimonial quali promotori delle migliori politiche di pace e prosperità in modo tale che, argomenti non facili, diventino velocemente di dominio pubblico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Iene mettono nel mirino l'associazione che promette 1.500 euro pagando solo 1 euro

VeneziaToday è in caricamento