menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sesso con una 14enne a cui era "legato": il gup lo condanna a un anno e otto mesi

La vicenda risale al 2012, quando i genitori della ragazzina scoprirono che l'amico 36enne aveva avuto dei rapporti con la figlia. La giovane era pienamente consenziente

Condannato ad un anno e otto mesi per un rapporto sessuale con una 14enne. Come riporta il Gazzettino, il fatto risale al 2012: la ragazzina, di San Michele al Tagliamento, era stata affidata dai genitori ad un amico, per trascorrere qualche giorno di vacanza nella vicina Bibione. Prima ancora di raggiungerla, scoprirono quanto intercorso tra la figlia e l'uomo, oggi quarantenne, denunciando immediatamente l'episodio.

Ma tra l'uomo e la ragazzina, come sostenuto dalla stessa giovane, c'era piena intesa, un rapporto d'amore che andava avanti da qualche tempo. Il rapporto sessuale, quindi, era pienamente consenziente. Questo non ha tuttavia salvato il 40enne dalla sentenza emessa venerdì dal gup Davide Calabria, che lo ha condannato per violenza sessuale: la legge, infatti, punisce chiunque compia atti sessuali con una persona che non abbia compiuto almeno 16 anni, indipendentemente dal fatto che il minorenne sia o meno consenziente. La pena, ad ogni modo, proprio in virtù del legame affettivo tra i due, è stata mite.

Il legale dell'uomo ha cercato di ottenere l'assoluzione completa del suo assistito, puntando proprio sul fatto che tra i due vi fosse una storia d'amore. Ma il gup ha accolto la richiesta della Procura e ha condannato l'uomo, concedendogli tuttavia la sospensione condizionale della pena.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento