Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Sesso con il prete, lui però tronca la relazione: si finisce in Tribunale

Sacerdote veneziano 53enne intrattiene in Sicilia una storia con una messinese. Viene trasferito a Salina e convocato dall'arcivescovo

Guerra a colpi di denunce e Tribunali tra un pete veneziano e una donna siciliana. Una vicenda in cui entrerebbero in gioco l'amore, il sesso e la fine di una relazione che potrebbe anche lasciare strascichi giudiziari. Nell'occhio del ciclone è finito un prelato di 53 anni originario di Venezia che ha preso i voti nel 1999, accusato da una messinese di 47 anni, nubile, impiegata di uno studio professionale. La quale, mail e telefonate alla mano, ha deciso di spiattellare sulla pubblica piazza quanto le è accaduto. Non volendosi rassegnare alla chiusura del loro rapporto.

La storia d'amore sarebbe cominciata nel luglio scorso, con i primi incontri tra il parroco della chiesa di San Pietro apostolo, nella frazione collinare di Mili San Pietro, e la donna, in cerca di conforto spirituale. Ben presto però il rapporto si sarebbe trasformato in qualcosa di più, finendo sulla bocca di tutti i fedeli e convincendo il prete a troncare la relazione.

Quando lo scandalo a luci rosse esplode il religioso viene trasferito a Malfa, un Comune di 800 anime sull'isola di Salina. Ma anche nel piccolo borgo delle Eolie è inseguito dalle invettive dell'ex innamorata, che avrebbe danneggiato la sua auto a colpi di pietra costringendolo a presentare una denuncia ai carabinieri di Santa Marina Salina. Lei, per tutta risposta, invia una serie di esposti al Vaticano e all'arcivescovo di Messina, ricostruendo nei dettagli la tormentata storia d'amore.

La donna, assistita da un legale, esibisce tanto di prove, comprese le e-mail con l'ex partner e due registrazioni audio che confermerebbero i sentimenti che il "pastore" avrebbe nutrito nei confronti della sua "pecorella": "La mia non e' una vendetta - spiega - ma voglio evitare che questo uomo possa fare del male ad altre donne fragili, così come è accaduto a me. Non può fare il sacerdote". La 47enne ha avuto un colloquio anche col vescovo della diocesi siciliana, ottenendo per tutta risposta (come sottolinea in un'intervista a un sito locale) l'invito a "non attaccarsi ai sacerdoti". Oltre al trasferimento a Salina, il sacerdote sarebbe anche seguito da uno psicologo e sarebbe stato convocato dal'arcivescovo messinese Calogero La Piana.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesso con il prete, lui però tronca la relazione: si finisce in Tribunale

VeneziaToday è in caricamento