menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ennesimo furto nella boutique "Angi" di Fossò, è la settima volta

Un vero e proprio accanimento dei ladri nei confronti del punto vendita del prestigioso marchio. Sarebbero entrati praticando un foro nel soffitto

Ladri accaniti contro la ditta. Così il computo dei furti nella boutique d'alta moda "Renato Angi" di Fossò è giunto incredibilmente a quota sette in quattro anni. E il bottino è sempre piuttosto ingente: l'ultimo colpo, nella notte tra venerdì e sabato scorso, avrebbe fruttato ai predoni ben 50mila euro, ed è meno delle volte precedenti.

Come riporta il Gazzettino, i ladri sarebbero entrati in azione per l'ennesima volta nel negozio situato a ridosso del centro abitato di Fossò. L'azienda era ricorsa a ogni sistema per proteggere l'edificio, ma non è bastato: i delinquenti avrebbero infatti praticato un foro sul soffitto calcolando il punto esatto dal quale calarsi all'interno. Una volta entrati, avrebbero rubato centinaia di costose calzature. Il danno, ancora da calcolare con precisione, si aggirerebbe appunto sui 50mila euro.

La boutique «Renato Angi», che si trova in via Provinciale Nord 89 a Fossò, rappresenta in tutto il mondo l'eccellenza della produzione di pelletteria e scarpe nella riviera del Brenta. Vanta diversi punti vendita diffusi in tutto il mondo, dagli Stati Uniti al Giappone e Russia, ed è da poco stata premiata al Micam di Milano con l'assegnazione del "premio qualità Made in Italy".

La tecnica utilizzata, quella del foro sui muri, sarebbe la stessa utilizzata lo scorso ottobre ai danni della ditta Artigiani Veneziani e in aprile nel calzaturificio Kallistè di via Roverelli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento