Cronaca

"Vivo con 250 euro al mese". Pure due neonati rischiano lo sfratto

Il dramma di una madre di Mirano: "Due famiglie rischiano di trovarsi in strada dai primi di marzo, sono disperata, non sappiamo dove andare"

Una casa pignorata, uno sfratto imminente, due famiglie che rischiano di trovarsi in mezzo alla strada. Una donna miranese di 45 anni ha lanciato un disperato grido di dolore, ma la situazione è tutt’altro che semplice da risolvere. Come riporta Il Gazzettino, il caso è molto delicato perché di mezzo ci sono pure due gemellini di nove mesi. “Sono disperata, non so più cosa fare e dove andare, non vorrei che questa terribile situazione si trasformasse in tragedia” racconta la donna.

La 45enne lavora due ore al giorno per un’impresa di pulizie: guadagna mediamente 250 euro al mese e il suo contratto scadrà il prossimo 31 dicembre. E poi? Nessuna garanzia, nessuna prospettiva sicura. E nessuno che la mantiene. La donna, separata da anni dal marito, vive con il figlio ventenne che ha da poco firmato un contratto d’apprendista presso una fabbrica d’artigianato, ma in fabbrica è già scattata la cassa integrazione. Problemi su problemi, dunque, con uno sfatto previsto per i primi di marzo.

Al piano di sotto vive la figlia 23enne assieme al compagno e a due bimbi di nove mesi. Lei e disoccupata, lui ha un contratto a tempo determinato. Anche qui nessuna garanzia e solo tanta paura di guardare in faccia il futuro. “Due famiglie rischiano di rimanere sulla strada – spiega -. Sono anni che lotto tutti i giorni senza chiedere nulla a nessuno: mi adatterei a qualunque mansione pur di riuscire ad affrontare le spese minime indispensabili. Siamo disperati, non siamo in grado di affrontare lo sgombero”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vivo con 250 euro al mese". Pure due neonati rischiano lo sfratto

VeneziaToday è in caricamento